Ermanno Bazzocchi il “Padre” dell’MB 339 PAN

Nato a Tradate il 27 marzo 1914, Ermanno Bazzocchi conseguiva la laurea  in ingegneria meccanica presso il Politecnico di Milano nel 1938.

Durante il corso di studi otteneva egualmente il brevetto di pilota d’aliante progettando e realizzando l’aliante EB-1 “Littore”. Dopo aver conseguito il brevetto di pilota civile di 2° grado prestava servizio militare presso il Genio Aeronautico partecipando al progetto relativo al velivolo PM.

Nel corso del 1941, assunto dalla Aeronautica Macchi di Varese,  progettava quindi vari modelli di aerei, il più famoso dei quali è stato l’MB.308, un piccolo aereo da turismo detto “Macchino” (1947).

A lui si devono anche i progetti degli addestratori MB-323, MB-326 e MB-339 (Bazzocchi è la B della sigla), quest’ultimo poi adottato dalle Frecce Tricolori.

Divenuto Direttore Tecnico e poi Direttore Centrale della Macchi, ricopriva in seguito l’incarico di Amministratore Delegato della stessa azienda ritirandosi in seguito a vita privata, per dedicarsi ad alcune collaborazioni con il Politecnico di Milano e con l’Università di Bologna presso la sede di Forlì.

E’ infine stato nominato perito dall’Aeronautica Militare Italiana, per accertare le circostanze relative alla Strage di Ustica con un risultato però respinto dagli stessi inquirenti nel 1994.  Si è spento a Tradate il 7 luglio 2005.

Massimo Dominelli

Rispondi