Fiorenzo Zaggia di Compagnia delle Opere Insubria ha organizzato con successo l’incontro: “Perché, Per chi. Famiglia, lavoro e responsabilità sociale” che, all’interno dell’Istituto Salesiano di Novara, ha visto protagonista Fabio Leonardi, AD Igor Gorgonzola, insieme a Bernhard Scholtz Presidente Compagnia delle Opere. 
Lunedì 8 aprile, nel teatro gremito, Zaggia ha presentato prima il sindaco Alessandro Canelli e poi Don Giorgio Degiorgi direttore Istituto Salesiano. A seguire, Fabio Leonardi AD Igor e Bernhard Scholtz presidente CDO sono stati intervistati dal moderatore Matteo Telaro, membro Direttivo CDO. 
Igor oggi è leader nel settore: con uno stabilimento di oltre 50mila metri quadri, 230 dipendenti circa e un fatturato di 150 milioni circa è il maggior produttore al mondo di gorgonzola.

La Igor è legata alla storia della famiglia Leonardi: al suo interno si avvicendano 3 diverse generazioni. Come si fa ad andare d’accordo? Fabio Leonardi ha spiegato: “I genitori ci hanno insegnato che il lavoro è fatica. Vita è lavoro. Siamo cresciuti vedendo i nostri genitori che lavoravano tutti i giorni. Abbiamo condiviso tutte le scelte in famiglia, anche con investimenti importanti dal ’93. 
Quando ha deciso di cambiare radicalmente la produzione “Novara ha una tradizione importante per il gorgonzola. Da lì si è creato un sistema molto attivo. A 25 anni da commerciale stavo già allargando il mercato mettendo basi anche fuori dall’Italia. Ho iniziato a conoscere i diversi distributori e c’era potenzialmente una grande richiesta per il gorgonzola. Iniziavo a esportare e girando l’Europa ho visto anche le modalità di produzione altrui con impianti industriali automatizzati e moderni. Ad esempio in Francia. Tant’è che i formaggi francesi avevano già iniziato a colonizzare il mondo”.  A Scholtz: Quali sono i punti da tener presente per il successo aziendale? “Punti comuni: la prima generazione valorizza la seconda, non la soffoca imponendo le proprie idee. La prima riconosce l’impegno della seconda. La seconda generazione fa propria l’eredità dei genitori e la rilancia a seconda delle condizioni. Guarda il mercato, guarda fuori”. 

Leonardi: “È fondamentale avere personale qualificato. Non ci si improvvisa. Bisogna pianificare. La fortuna ha le gambe corte. Ciò che passo ai miei agenti è il messaggio: il gorgonzola deve essere ovunque. Dobbiamo essere veloci, globalizzati. Anche i tempi di risposta alle mail devono essere molto veloci”. 
Il sistema Paese Scholtz: “L’export italiano sta crescendo in Cina e USA. Le imprese italiane devono rimanere competitive. Chi fa impresa deve sapere di avere tra le mani un grande dono ma va riposizionato sul mercato.
L’Agroalimentare è uno dei settori più complicati in Italia ma i prodotti italiani sono i più desiderati dai Paesi emergenti e per questo le imprese italiane sono più competitive, anche se il sistema Paese li penalizza. Dunque a fare la differenza è la capacità imprenditoriale”. 

Leonardi: “In questi vent’anni di sacrifici ho maturato anche una responsabilità sociale e l’attenzione al territorio. Da qui il Volley e la squadra Igor Gorgonzola volley Novara che mercoledì giocherà la Finale di Volley A1, una grande soddisfazione”.