Successo per “Autoctoni al castello” con Edoardo Raspelli e il Ghemme Docg, con la visita alle cantine Rovellotti, Pietraforata e i Dof Mati, per parlare di eccellenze vitivinicole locali e di divulgazione delle peculiarità del territorio dell’Alto Piemonte.

Sono stati moltissimi i partecipanti che venerdì 14 settembre hanno visitato il Castello di Ghemme nell’ambito dell’appuntamento con cui Pietraforata Cantine in Ghemme, Rovellotti viticoltori in Ghemme e I Dof Mati azienda Agricola Fara inaugurano i nuovi spazi nel ricetto ghemmese dedicati alla produzione e alla promozione delle eccellenze enologiche locali.

Insieme ai “padroni di casa” presenti il Sindaco di Ghemme Davide Temporelli, il presidente della Proloco Francesco Franco (Cisco), il sindaco di Novara Alessandro Canelli, il sindaco di Grignasco Roberto Beatrice, il sindaco di Gattinara Daniele Baglione, il direttore di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale Amleto Impaloni e molti imprenditori e professionisti del settore.

Il momento clou dell’appuntamento, ha avuto luogo nel Largo dell’ippocastano sulla salita della Barciocca, dove il critico enogastronomico Edoardo Raspelli ha introdotto i produttori ghemmesi Gianni Brugo di Pietraforata Cantine in Ghemme e Paolo e Antonello Rovellotti di Rovellotti viticoltori in Ghemme.

Il primario dottor Gianni Brugo è il deus ex machina di un’innovativa produzione di Ghemme Docg in forte sviluppo, è stato spiegato, mentre Paolo e Antonello Rovellotti sono i depositari di una tradizione tutta ghemmese di fare il vino e contemporaneamente guardano al futuro con grandi progetti di crescita aziendale grazie all’enoturismo.

Dulcis in fundo, il Ghemme docg, nelle sue eccellenti forme, è stato oggetto di degustazione nella seconda parte della serata, nell’ambito di una gustosa cena, a base di prodotti tipici del territorio – salumi nostrani, riso Rizzotti e gorgonzola – nella suggestiva cornice del cortiletto della Barciocca, con l’eccezionale catering organizzato dal ristorante Alla Torre di Romagnano Sesia.

Foto di Todescato Simona

Rispondi