Concerto di Santa Cecilia “Leggero” al teatro Pro Loco di Borgosesia

Venerdì 22 novembre alla Pro Loco di Borgosesia, l’Orchestra di Fiati Città di Borgosesia ha offerto alla cittadinanza il tradizionale Concerto di Santa Cecilia: quest’anno tutte le offerte che sono state raccolte durante la serata, che ammontano a circa mille euro, saranno interamente devolute all’Associazione Igea che ha lanciato, con il sostegno della Fondazione Valsesia, l’Operazione 3 D, che prevede l’acquisto di una colonna laparoscopica 3 d + software a favore il Presidio Ospedaliero SS. Pietro e Paolo di Borgosesia. 

il programma era costituito quasi interamente da brani arrangiati per Orchestra di Fiati dal Maestro Giancarlo Aleppo: Il concerto si è aperto in modo brillante con “Juanita Marsch”, dall’operetta omonima di F. Suppè, seguito dalla marcia tratta dall’opera “Rienzi” del compositore tedesco Richard Wagner. Il Maestro Aleppo è sempre molto attento nel ricordare gli anniversari: quest’anno ricorrono i cento anni dalla morte di Ruggero Leoncavallo e quindi il terzo brano in programma era la celebre romanza “Mattinata”, famosa per l’interpretazione di Enrico Caruso con lo stesso Leoncavallo al pianoforte. La stupenda melodia proposta dall’orchestra, è stata sostenuta da Massimo Santoni all’eufonio e accarezzata dalla delicatezza dell’arpa pizzicata da Patrizia Virgone. Dopo “Banditen-Galopp” danza caratteristica dell’Ottocento di J.Strauss, ha concluso la prima parte del concerto: “Great Day”, brano solista per arpa, che ha conquistato il pubblico per la sua moderna originalità.

Nell’intervallo tra la prima e la seconda parte del concerto è intervenuto il Presidente dell’Associazione Corpo Musicale Orchestra di fiati, Maria Ausilia Festa Bianchet, che ha ringraziato il Maestro, l’Orchestra e il pubblico presente, invitando sul palco Maria Marcon, Presidente di Igea – che ha ringraziato l’Orchestra Fiati per il sostegno offerto al progetto per l’Ospedale di Borgosesia -, Emanuela Buonanno e Dorino Locca, Consiglieri della Fondazione Valsesia, che sostiene l’Operazione 3 D con una campagna di raccolta fondi che ha già dato ottimi risultati: “Questo è il primo grande progetto esteso su tutto il territorio, e speriamo di arrivare presto a completarlo”. L’Assessore Paolo Urban ha portato il saluto del Sindaco Paolo Tiramani, dichiarandosi orgoglioso di questa Orchestra Fiati che rappresenta la città di Borgosesia.

Il charleston di J.Penders “Sweet Carolina” ha aperto la seconda parte del concerto. Il Maestro Giancarlo Aleppo spesso sceglie e riorchestra per l’ensemble di fiati colonne sonore di celebri film e quest’anno è stata proposta: “Under the sea” da “La Sirenetta” di Walt Disney. Come non ricordare il grande Elvis Presley ascoltando la romantica: “Can’t help falling in love” di Weiss?, ma niente concessioni alla nostalgia, si è subito passati alla musica cubana con la “Rumba delle noccioline”: “The peanuts vendor”, chiudendo il concerto con la polka di Strauss: “Furioso Polka”. Il musico e presentatore della serata, Andrea Vaudano, ha ringraziato il pubblico, ricordando il prossimo atteso appuntamento con l’Orchestra di Fiati al Teatro Pro Loco, il 14 dicembre, in occasione della Festa di Natale della Croce Rossa.

Gli applausi hanno indotto l’Orchestra a concedere gli attesi bis: la Sinfonia dei giocattoli, brano dalla paternità musicale discussa e la canzone di Cutugno: “L’Italiano”, cantata con entusiasmo dal numerosissimo pubblico.

Piera Mazzone