La petizione promossa da Giuseppe (Sdeun) Biondi ha l’obbiettivo di garantire assistenza ai viaggiatori disabili. La raccolta firme, avviata attraverso l’apposita piattaforma on line Change.org, è stata intitolata “La dignità di poter viaggiare e spostarsi in libertà è un diritto di tutti” ed è stata così illustrata dal parrucchiere ed attivista 5 stelle di Gattinara:

“Per una persona disabile viaggiare ed utilizzare i mezzi pubblici risulta essere molto più difficoltoso che per una persona normodotata; attualmente un passeggero a mobilità ridotta per avere la dovuta assistenza nell’utilizzo del pubblico trasporto, deve dare un preavviso di 12 ore: assurdo.

Ogni cittadino dovrebbe poter salire su un treno quando vuole, senza preoccuparsi di dover avvertire; tutti i bus e le stazioni dovrebbero avere delle pedane o degli ascensori funzionanti 24 ore su 24″.

Ha proseguito Biondi:

L’autonomia per una persona con difficoltà motorie è il primo traguardo da raggiungere per poter tornare a vivere; avere la certezza di trovare del personale sempre pronto per aiutare il disabili negli spostamenti tra mezzi e strada è di vitale importanza e non può essere considerato un bisogno secondario”.

L’idea della petizione è nata a seguito del grave episodio di disservizio di cui è stato vittima un ragazzo disabile gattinarese, nella stazione ferroviaria di Vercelli, dove oltre al montascala ed all’ascensore non funzionanti, ha dovuto fare i conti con l’assenza del servizio di assistenza, a cura del personale specializzato di Ferrovie dello Stato; infatti, recatosi, con sua madre, al Punto blu della stazione, per richiedere aiuto nella salita e nella discesa dal treno, ha ottenuto un diniego, in quanto avrebbe dovuto inoltrare opportuna segnalazione con almeno 12 ore di preavviso.

Appresa dunque la presenza di tale iter, caratterizzato dalla mancanza di garanzie assistenziali per i viaggi non preventivati dei diversamente abili, il ragazzo e sua madre hanno potuto contare per entrare e per uscire dal convoglio, con la carrozzina, solo sulla solidarietà dei passanti.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here