Romagnano ricorda Ferraris

Si è spento ieri mattina, all’età di 93 anni, Maiolo Ferraris. Insieme all’inseparabile cugino Ettore, ha dato vita all’officina meccanica “Cugini Ferraris”, tutt’ora in attività. Nato nel 1927, originario di Campertogno, si spostò poi con la sua famiglia di origine a Borgosesia, dove i nonni avevano un’attività nell’ambito della ristorazione. Inizialmente impegnato nel ramo degli autotrasporti, nel 1955 partì dalla cittadina valsesiana «con pochi soldi in tasca e tanta voglia di lavorare», come ricordano i familiari, per aprire un’officina meccanica a Romagnano.

Sposato con Flora Tamone

Appena sposato con Flora Tamone, di Agnona, mancata nel 2012; si trasferì a Romagnano intorno alla fine degli anni Sessanta, poi, i due cugini costruirono una nuova officina. «Da allora – ricorda la figlia Paola–trovò inoltre il tempo per coltivare una grossa vigna, piantare alberi da frutta e curare un grande orto – spiegano i familiari – il suo hobby preferito diventò dunque la terra».

Passione per il canto con il coro

Anche negli ultimi anni, Ferraris ha conservato una grande vitalità: «Era un uomo con un instancabile voglia di fare nonostante i suoi 93 anni».Dal 2001 faceva parte del coro Alpin dal Rosa,che ha festeggiato i suoi 90 anni qualche tempo fa, ricorda commosso Mauro Pallone, presidente del sodalizio. “Persone come Maiolo, non ce ne sono tante, era sempre sereno, tranquillo, è una delle persone che porterò nel cuore”, sottolinea Pallone.

nato e cresciuto a Campertogno, amava la montagna e l’aria aperta».

Il funerale si svolgera’ venerdì 26 alle ore 15, presso l’Abbazia di San Silvano a Romagnano Sesia, dopo la funzione religiosa la cara salma proseguirà per il Tempio Crematorio di Trecate.

Lascia i figli Carlo e Paola con le rispettive famiglie, la sorella Enrica, la cognata Laura, parenti e amici tutti.