Il Comune di Novara, ATC e Regione Piemonte hanno da tempo costituito una commissione speciale per valutare i piani di rientro dei morosi colpevoli dell’ATC. Riteniamo auspicabile la valutazione ma abbiamo altresì il timore che la situazione possa sfuggire al controllo dell’amministrazione.

Molte famiglie rischiano di essere sfrattate dagli alloggi delle case popolari e le frizioni che nasceranno, qualora si dovesse procedere con numerose decadenze, potrebbero trasformarsi in una vera e propria “bomba” sociale.

Il Movimento 5 Stelle è sì per una legalità effettiva ma è consapevole che, data la problematica così complessa, è indispensabile avere tutti gli elementi per prendere decisioni più eque possibili.

È importante garantire e aiutare le persone in difficoltà e a rischio di emarginazione sociale nel distinguersi dai furbetti, che potrebbero pagare per il servizio erogato ma non lo fanno.

Chiederemo in questa direzione l’acquisizione, anche digitale, di tutti i piani di rientro sottoscritti e i relativi verbali della commissione. Chiederemo anche di aver risposte scritte e orali a una serie di domande volte a sincerarci dell’equità di ogni atto facendo emergere eventuali azioni arbitrarie o errori di valutazione.

Abbiamo pensato a ventitré domande puntuali che andranno a chiarire ogni aspetto per trasparenza e per disinnescare l’ordigno che potrebbe squarciare il tessuto sociale novarese.

Gruppo Consiliare M5S Novara

Direttore Responsabile del giornale L’Opinionista. Contatti: direttore@lopinionistanews.it –
Tel. 0163 086688

Annunci

Rispondi