Esportazioni piemontesi, distretti a gonfie vele nel secondo trimestre

Monitor Distretti Intesa Sanpaolo
La Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo ha pubblicato il Monitor dei Distretti del Piemonte

Pubblicato il Monitor dei Distretti del Piemonte, curato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, che analizza l’andamento delle esportazioni dei distretti industriali piemontesi nel secondo trimestre 2019.

Cristina Balbo, direttore regionale Piemonte Valle d’Aosta e Liguria Intesa Sanpaolo, commenta: “Primi nel nord ovest in termini di crescita delle esportazioni, nel secondo trimestre 2019 i distretti tradizionali piemontesi si sono distinti facendo meglio sia dei distretti italiani (in crescita del 2,8%), sia del manifatturiero piemontese (in calo dell’1,6%, penalizzato dagli arretramenti dell’automotive) e hanno raggiunto il massimo storico di export (2,9 miliardi di euro) e di saldo commerciale (1,9 miliardi di euro) per il trimestre. Il bilancio dei primi sei mesi dell’anno è eccezionale: tutti i nostri distretti hanno conseguito una crescita delle esportazioni, sei con un tasso di crescita a doppia cifra. Oro e food & beverage esprimono le migliori performance, meno brillanti invece i distretti della meccanica, che scontano gli effetti di un quadro congiunturale ancora in sofferenza nella regione. Quel che è certo è che l’export è un asset irrinunciabile: per questo ogni giorno siamo in prima linea nel sostenere l’internazionalizzazione delle nostre imprese e la ricerca di sempre nuovi mercati. L’obiettivo è favorire la crescita, nonostante il contesto critico causato dalle tensioni internazionali e dal rallentamento dell’economia tedesca. In Piemonte abbiamo circa 70.000 imprese clienti e 73 filiere che impiegano 3.000 fornitori per un volume d’affari complessivo di 6 miliardi di euro. E come sempre, nel nostro territorio non facciamo mancare il credito: nei primi 9 mesi dell’anno abbiamo erogato quasi 2 miliardi di euro a medio lungo termine a famiglie e imprese piemontesi.”