“Non solo chiacchiere ma fatti” per gli alunni dell’istituto Marcelline di Arona che lo scorso  2 Maggio 2019, durante  l’ “Internation day”, giornata dedicata alle lingue straniere,  avevano  già preannunciato l’iniziativa di un nuovo progetto dedicato alla campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia del territorio, dal titolo #plasticfree; iniziativa fra l’altro già in atto nella cittadina aronese. La notizia è ufficiale dunque e l’intera classe lancia un messaggio importante: “diventare protagonisti del proprio futuro attraverso gesti concreti è il primo step da cui partire se davvero si vuole salvaguardare l’ambiente, coinvolgersi in prima persona e contagiare gli altri con il proprio esempio è fondamentale”. Il nucleo del progetto “#plasticfree”, interamente ideato e proposto dalla classe 1^ Secondaria dell’Istituto Marcelline attraverso la coordinazione della prof.ssa Alessandra Corsanico, ( insegnante di spagnolo) dal prof. Marco Salina ( vice preside dell’Istituto e insegnante di matematica-scienze) e della prof.ssa Elena Vistoli (insegnante di Inglese) decolla con uno scopo ben preciso: rispondere concretamente all’incessante bisogno di ridurre l’inquinamento causato dalla plastica. “Dall’inizio dell’anno i ragazzi e le ragazze della scuola hanno voluto dare un esemplare contributo alla causa prendendo la netta decisione di non acquistare più bottiglie d’acqua usa e getta dai distributori automatici”, afferma il prof. Salina e aggiunge: “questa scelta ha comportato la stima di un dato importante, circa 200 bottigliette d’acqua risparmiate alla settimana in una sola classe”. E’ stato creato in oltre un questionario on line ad hoc volto al monitoraggio dei consumi di plastica degli alunni e delle loro famiglie, a seguire la realizzazione di un brano musicale e di una “mostra bilingue”sul tema.L’entusiasmo e la determinazione che i nostri ragazzi hanno riposto in questa attività sta contagiando molti dei loro compagni provenienti da sezioni e ordine di scuola diversi; dalla primaria al Liceo, senza dimenticare naturalmente noi docenti”, dichiara la prof.ssa Alessandra Corsanico. La forte motivazione di questi ragazzi li spinge a cercare sostegno anche da da parte dell’Amministrazione Comunale di Arona, da sempre molto impegnata e attenta a  tematiche di sensibilizzazione per la salvaguardia dell’ambiente, e dalle varie associazioni presenti sul territorio con l’auspicio  che questo progetto possa essere proposto anche fuori dalle mura scolastiche.  E se proprio bisogna pensare in grande,  il prof. Salina dice ancora: “sarebbe bello che qualcuno prendesse a cuore l’iniziativa anche dal punto di vista economico”. I ragazzi dell’istituto Marcelline di Arona hanno deciso di mettersi in gioco e vogliono far sentire la propria voce, non solo per protestare ma soprattutto per agire concretamente e lo hanno dimostrato attraverso un progetto che merita un dieci con lode. 

Pamela Romanello