Inizio stagione sciistica 2019 – intervista a Andre Colla

Venerdì 6/12 ha riaperto ufficialmente la stagione sciistica 2019/2020 in Valsesia, ne parliamo con Andrea Colla direttore di Monterosa 2000 S.p.A.

Andrea Colla: “Dopo l’apertura straordinaria del weekend che solo nella giornata di sabato ha registrato quasi 2.000 presenze, venerdì è iniziata finalmente la stagione sciistica sia ad Alagna sia a Mera. Le premesse sono delle migliori, ha nevicato parecchio nel comprensorio Monterosa Ski, in quota vi sono circa due/tre metri di neve, tutte le piste salvo il rientro in paese sono aperte ed anche i collegamenti con Gressoney e Champoluc. Venerdì per la stazione sciistica di Alagna sarà apertura ufficiale e continuata fino al prossimo 14 aprile 2020 mentre la stazione di Mera dopo l’apertura del fine settimana-6,7,8 dicembre sarà in esercizio nel weekend del 14,15 dicembre e successivamente in via continuativa dal 20 dicembre sino a 29 marzo 2020. Anche a Mera saranno aperte tutte le piste, che presentano tutte un buon fondo di neve, resterà invece chiusa la pista di discesa fino a Scopello.”

-Come viene garantita la sicurezza?

E’ il fiore all’occhiello di Monterosa 2000 e del nostro comprensorio!
Il nostro personale è impegnato quotidianamente a garantire sicurezza e incolumità a tutti i fruitori degli impianti sciistici, ottemperando scrupolosamente ai dettami della legge regionale del Piemonte del 26 gennaio 2009 n.2. Gli impianti sciistici di alagna e di Mera sono all’avanguardia, le piste sono mantenute in perfetta efficienza, correttamente innevate e preparate e vengono altresì effettuati una serie di distacchi programmati di potenziali valanghe prima della preparazione delle piste al fine di prevenirne il pericolo; in ciascuna stazione il personale di soccorso è affiancato da personale medico e infermieristico qualificato.
All’utente sulle piste spetta però il rispetto delle regole di buona condotta sancite dal decalogo dello sciatore del 1967, importante l’attenzione alla segnaletica, oltre che il saper misurare il controllo della velocità e il rispetto nei confronti degli altri sciatori; per chi si avventura fuoripista, nel freeride paradise, è fortemente consigliato di affidarsi all’esperienza delle guide alpine.

Federico Zancaner