Polemica su Città della salute, Novara: 180 mila euro si potrebbero risparmiare

Alberto Pacelli
Alberto Pacelli

Nell’accordo di programma integrativo del 14 febbraio 2018 e nella deliberazione del direttore generale dell’azienda ospedaliero universitaria dell’ 11 gennaio 2019 il costo di costruzione della Città della salute e della scienza di Novara viene definitivamente fissato in 320.290.000 euro

La forma di finanziamento e’ quella del partenariato pubblico privato così suddiviso :

30% la quota del pubblico pari a 100.650.000 euro di cui: 95.375.350 euro a carico dello stato

5.274.649 euro a carico della regione piemonte

70% la quota del privato costruttore pari a 219.640.000 euro

L’Azienda ospedaliero universitaria maggiore che e’ stata designata con decreto del presidente della giunta regionale “stazione appaltante” l’ente, cioè, che ha il compito di compiere gli atti inerenti la costruzione della cittàdella salute paga – per26anni – al privato costruttore un affitto di 18.505.000 euro annui per un totale di 481.130.000 euro che sono la restituzione del capitale più 271.490.000 euro di interessi

Voglio subito chiarire che quella del partenariato pubblico privato non e’ l’unica forma di finanziamento possibile e non è obbligatoria.

Ho cercato di capire se ce ne fossero di più convenienti per le tasche delle cittadine e dei cittadini non solo novaresi che sono poi quelli che pagano.

Abbiamo scoperto che il Presidente del consiglio dei ministri Conte, con proprio decreto, ha autorizzato l’i.n.a.i.l. a finanziare 49 interventi di sistemazione, ristrutturazione e costruzione di scuole e ospedali fra cui l’ospedale di Padova per 455. 000.000 di euro e – sorpresa – quello del v.c.o. per 155.000.000 di euro!

Sulla base dell’interesse che applica l’Inail per questo tipo di interventi l’azienda ospedaliero universitaria maggiore con questo tipo di partenariato pubblico pubblicoper26anni pagherebbe all’Inail un affitto annuo di 11.590.127 euro per un totale di 301.343.780 euro

Questo comporta un risparmio di 179.786.798 euro

Credo che non vi sia alcuna ragione al mondo per cui non sia possibile fare a Novara quello che e’ possibile fare a qualche decina di chilometri di distanza!

Vorrei sottolineare come quei 180.000.000 di euro non sono soldi di qualche Sindaco o Presidente di Regione o consigliere regionale. Sono soldi nostri e dei nostri figli. Nessuno di noi li ha mai delegati o autorizzati a gettarli al vento – o più precisamente – nelle tasche di un qualche costruttore privato a cui si paga un tasso d’interesse che non ha senso perchè non ha alcun riferimento con il mercato finanziario.

Alberto Pacelli

Rete Salute Novara