“Il governo sospenda immediatamente la fatturazione elettronica. Quello che doveva essere uno strumento efficace nel contrasto all’evasione, rischia di trasformarsi nell’ennesimo impedimento burocratico a danno delle nostre attività produttive. L’Italia non è ancora pronta a questa novità”.

Lo afferma l’onorevole Diego Sozzani, capogruppo di Forza Italia in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati e responsabile nazionale del dipartimento Lavori Pubblici e Infrastrutture del partito.

“Nei primi sette mesi di governo l’esecutivo gialloverde ha bloccato tutto, congelando iniziative e provvedimenti che potevano avere una certa utilità e rimettendo in discussione persino la TAV. Mi chiedo quale urgenza ci fosse di attuare la fatturazione digitale, quando in Europa l’unico Paese ad averla avviata prima di noi è il Portogallo?” continua Sozzani.

Il parlamentare azzurro punta il dito sui disagi: “Numerosi operatori hanno segnalato il malfunzionamento della piattaforma gestita dall’Agenzia delle Entrate. In tanti attendono di ricevere il cosiddetto Codice Univoco, necessario per l’identificazione della ditta. A cavallo delle feste i disagi erano immaginabili ma come al solito, nell’Italia delle assurde analisi costi-benefici, ci si è dimenticati di fare i conti con l’oste. I nostri governanti si mettano una mano sulla coscienza e pensino alle difficoltà quotidiane del nostro tessuto produttivo. Gli operatori commerciali delle aree interne e delle zone colpite dal sisma, dove la connettività a banda larga è ancora un miraggio, non avevano bisogno di questo ‘regalo’ per iniziare il 2019”, conclude Sozzani.

Con cortese preghiera di pubblicazione

on. Diego Sozzani

capogruppo Forza Italia commissione Trasporti e Telecomunicazioni

Annunci

Rispondi