Correre su un prato, colpire una pallina, sporcarsi di argilla vuol dire giocare a Baseball e quindi praticare uno sport spesso sottovalutato ma capace di trasmettere grosse emozioni.

Una delle società capace di trasmettere queste sensazioni è sicuramente il Baseball e Softball Porta Mortara che da molti anni ha intrapreso un importante cammino soprattutto nella valorizzazione dei giovani atleti.

L’associazione nasce nel 1979 da alcuni amici, veri appassionati e praticanti di questo sport con lo scopo di consegnare a Novara una nuova espressione atletica finalizzata alla pratica e alla divulgazione del gioco del Baseball.

La prima squadra che in assoluto vide la sua formazione fu una compagine proprio di Baseball che militò nel campionato di serie C, lasciando da subito un’impronta distintiva.

Contemporaneamente alla squadra maschile muovevano i primi passi un gruppo di ragazze interessate e attente a ciò che stava succedendo in Italia a riguardo del Softball, forti del fatto che in molte altre zone stavano organizzando numerose squadre e così fu del tutto naturale la nascita del Softball Porta Mortara.

Dal gioco di queste due squadre nasce ciò che oggi è una realtà che forma e dà evidenza a giovani atleti in dieci differenti categorie, sia nel settore maschile che in quello femminile.

Passione, tenacia e volontà sono state premiate negli anni con l’ ottenimento di risultati di eccellenza a livello nazionale dove va rimarcato il contributo alla Nazionale Italiana con i nomi di Adelina Valencich, Monica Capuozzo, Carlotta Andorno, Samuele Catalano, Mirco Romano, Marco Artizu e Rebecca Frugeri e Guendalina Fracassi.

Nel 2017 nasce una collaborazione tra Baseball e Softball Porta Mortara, B.S .Vercelli e Angels Vercelli dando così vita a una nuova realtà come il Piemonte Orientale motivata dall’esigenza di valorizzare atlete e atleti del territorio e rafforzarsi sia da un punto di vista tecnico che dirigenziale.

Una collaborazione che ha permesso di poter affrontare tutta la fascia dei campionati giovanili, dagli Under 12 alla serie B maschile e femminile oltre a una formazione amatoriale denominata Mosquitoes che partecipa al campionato Lasa lombardo.

Importante l’impegno del Porta Mortara nelle scuole primarie e secondarie di Novara dove, con tecnici qualificati F.I.B.S., si avviano i giovanissimi all’attività e che ha portato a un numero di quasi 300 atleti tesserati.

Le soddisfazioni non mancano quindi in casa Porta Mortara e basta affacciarsi al campo di via Spreafico per rendersi immediatamente conto come questo sport possa appassionare tantissimi giovani.

Moreno Spina

Rispondi