Formicolii, gambe pesanti ,crampi di notte  sono i più comuni sintomi funzionali legati ad una alterazione ed infiammazione del Sistema Vascolare.

In molte persone tali sintomi si accentuano progressivamente fino a raggiungere un loro culmine nella stagione calda.

Non raramente prima che tali sintomi compaiano, le persone manifestano per lungo tempo sintomi vaghi ed aspecifici: piedi freddi, tensione, gonfiore che si accentua con l’avanzare della giornata, crampi notturni, senza evidenti alterazioni della pelle.

Il fatto che non siano presenti segni visibili, può creare confusione nella persona che li manifesta che spesso trascura di sottoporsi ad un elementare approccio diagnostico e terapeutico aprendo così la strada alla comparsa del danno visibile sotto forma di alterazioni di colore della pelle delle gambe, reticoli venosi (capillari e varici)  che rappresentano l’evoluzione della patologia venosa .

Tali alterazioni hanno una localizzazione talmente specifica da permettere già al medico di famiglia di riconoscere  la malattia vascolare.

 Praticando assiduamente delle regole di igiene di vita si può realizzare una prevenzione che è sufficiente per gestire le cause non genetiche di malattia vascolare,  o rallentare il processo di evoluzione della malattia .

Tra i comportamenti auspicabili ai fini di prevenzione c’è il divieto assoluto al fumo di tabacco perché questo rappresenta un elemento chiave per la irreversibilità dei danni anatomici che coinvolgono  tutti i vasi arteriosi e venosi specie quelli più piccoli che fanno capo al Microcircolo vero e proprio “Network “vascolare.

Tra le buone abitudini questi sono i punti cardine:

1) un’alimentazione ricca di frutta e verdura fresche (almeno cinque porzioni al giorno): contengono principi attivi che aiutano a proteggere il sistema vascolare.

2) un buon apporto quotidiano di fibre alimentari: aiutando il transito intestinale si contribuisce indirettamente ad evitare fenomeni di stasi che si ripercuotono sui vasi.

3) bere almeno due litri di acqua al giorno: l’idratazione è fondamentale poiché il corpo e il sangue sono costituiti principalmente di acqua.

4) attività fisica anche moderata: contribuisce non poco alla salute delle gambe che sono fatte appunto per camminare, ciò e’ alla base del drenaggio linfatico fisiologico.

5) uso di calzature adeguate: l’uso di calzature inappropriate non deve essere un abitudine poiché possono alterare irreversibilmente la postura e quindi determinare problemi vascolari.

Vi sono poi fattori che vanno attentamente messi in conto nella prevenzione:

A) avete parenti stretti con problemi vascolari: il vostro indice di rischio è certamente più alto

B) siete di sesso femminile: per ragioni legate agli ormoni estrogeni o all’uso di contraccettivi o alle gravidanze il sistema vascolare specie se concomitano fattori genetici e cattive abitudini è a rischio.

Per capire lo stato del vostro sistema vascolare  ed avere una idea  più precisa ,insieme ai colleghi Dr Fausto Bellabona e Dr Monica Caponigro  abbiamo elaborato  un Test  che vi fornisce immediatamente un voto sulla salute delle vostre gambe …

che abbiamo chiamato “Pagella Vascolare”

Questo voto può migliorare o peggiorare a seconda che una volta calcolato si seguano per un tempo stabilito delle correzioni. 

Queste regole possono essere correttive delle abitudini di vita o possono far parte di un percorso di terapia stabilito da un medico. 

Il test non ha pretese scientifiche ma vuole far si che si possa prendere coscienza di fattori che spesso a torto non sono considerati un rischio vascolare

Inserire tabella e scriverci sopra: calcola il tuo voto!

Come valutare i valori ottenuti:

Sommare i singoli valori e Sottrarre il valore ottenuto a 30

– valori superiori a 25 senza asterischi (*) : ricorda di mantenere e possibilmente migliorare le tue abitudini di vita

– Valori tra 24 e 18: e’ conveniente consultare il medico di famiglia che deciderà se attuare una terapia e una correzione dei fattori disturbanti o se hai bisogno di un parere specialistico (vascolare e/o medico estetico)

– Valori inferiori a 18: attraverso la supervisione del medico di famiglia servono valutazioni specialistiche che indirizzino la correzione (Ecodoppler, dieta, drenaggio linfatico, mesoterapia ecc.)

– Anche un solo asterisco.

La valutazione da parte del medico e’ importante !- non evitarla, chiedi al tuo medico di famiglia.

Dr.ssa Michela Squeo

Medico Chirurgo 

Specialista in Chirurgia Vascolare

Medicina Funzionale Regolatoria 

Medicina Estetica e Morfologica

Riceve a Novara  in Via Perazzi, 49 

michelasqueo@gmail.com

Cell. 3394744058

Facebook