Christo, famoso artista bulgaro-americano, torna a far parlare di se nel nostro territorio; un déjàvu o qualcosa di nuovo che vedrà la luce nella prossima primavera?

A due anni dalla magia della passerella sul Lago d’Iseo, nata dalla fantasia del grande artista Christo, The Floating Piers, che fece camminare sulle acque un milione e mezzo di persone rendendoli protagonisti di una delle installazioni della Land Art più importanti dell’ultimo secolo, arriva un nuovo progetto, detto WoW, un acronimo di Walk on Water, questa volta sulle acque del Lago Maggiore.

Il progetto 

L’installazione sarà composta da una passerella lunga tre chilometri, costruita con 220.000 cubi di polietilene ad alta intensità, che partirà dal versante ticinese del Lago Maggiore.

Non è ancora noto il colore che caratterizzerà l’opera, né altri particolari che indichino con precisione il percorso dell’installazione.

Camminare sulle acque è da sempre qualcosa che affascina e attrae le persone, ha qualcosa tra il soprannaturale e il fiabesco.

Il percorso galleggiante dovrebbe rimanere nella zona per cinque anni, a partire dal 2019, ed è concepito come una passeggiata che, grazie al paesaggio del lago, consentirà un’esperienza unica per riscoprire gli elementi del territorio. 

Inoltre una serie di contenuti scandirà il percorso e darà ai visitatori servizi e percorsi tematici legati ai temi dell’arte del paesaggio e del territorio.

Il progetto, in attesa di approvazione, ha avuto però una serie di obiezioni da chi ritiene che l’installazione possa danneggiare il territorio poiché, oltre che alla passerella, saranno presenti lungo il percorso tre punti ristoro, due bar e due ristoranti.

Chi è Christo?

Christo è un artista bulgaro-americano, nato nel 1935 a Gabrovo, che a Parigi negli anni Sessanta ha iniziato la sua attività di ritrattista di strada, per poi intraprendere il lavoro di Land Art, con il progetto Packages and Wrapped Objects.

Nel 1970 Christo ha lavorato anche a Milano, dove impacchettò il Monumento a Vittorio Emanuele II in Piazza Duomo e Il Monumento a Leonardo da Vinci in Piazza della Scala, utilizzando polietilene e corda, con lo scopo di modificare lo spazio e gli oggetti. 

Lavorando in tutto il mondo, dall’Europa, agli USA, agli Emirati Arabi, Christo ha sempre ideato progetti specifici in base al luogo in cui dove operare.

L’ultima opera, realizzata nel 2018, The London Mastaba, un  trapezio formato da 7.506 barili colorati messi orizzontalmente su una piattaforma galleggiante sul Serpentine Lake di Hyde Park.

Lago maggiore; Christo nuovo progetto ponte Lago maggiore; Christo nuovo progetto ponte Lago maggiore; Christo nuovo progetto ponte

Paola Montonati

Annunci

Rispondi