Laura Proverbio recupera un immobile d’inizio 900′

A Novara, ecco di nuovo pronta per essere abitata, una dimora del ‘900 tanto cara alla nostra memoria

Ci sono vecchi immobili il cui fascino è tutto da riscoprire e che grazie ad un attento lavoro di recupero che coniuga la bellezza della storia e degli elementi architettonici di rilievo con le esigenze moderne dell’abitare (ridistribuzione degli spazi ed esigenze di risparmio energetico) tornano ad essere “casa”. È questa la storia di un immobile di inizio 900′ situato a Novara, il cui recupero è stato affidato dal proprietario all’architetto Laura Proverbio, professionista apprezzata per gli eccellenti progetti novaresi di ristrutturazione di edilizia residenziale.

A proposito di lei, spendiamo alcune parole per inquadrarla: Proverbio non ricalca lo stereotipo dell’archistar, a cui certe copertine patinate ci hanno abituato. È un architetto sobrio, che ama lavorare lontano dai riflettori e, a differenza di altri architetti le cui case si assomigliano un po’ tutte, i suoi progetti sono completamente diversi gli uni dagli altri. Ciò che caratterizza l’opera di Proverbio è proprio l’unicità di ogni ristrutturazione, in risposta alle diverse esigenze e al gusto della committenza. Dunque, partiamo da quest’ultime: nel caso di tale immobile novarese di inizio 900′ il committenteaveva in particolare due necessità: ristrutturare completamente creando un nuovo ambiente con tutti i confort abitativi ed utilizzando le ultime tecnologie a disposizione e contemporaneamente mantenere le preesistenze architettoniche di valore.

L’architetto Proverbio ha lavorato innanzitutto consolidandoalcune parti strutturali dell’immobile, iniziando dai soffitti originali a cassettoni in legno, emersi dall’opera di demolizione delle controsoffittature. L’intervento ha previsto la realizzazione di un nuovo getto in calcestruzzo alleggerito con annegata rete elettrosaldata e tondi in acciaio, legato al solaio sottostantepreesistente ligneo mediante alcuni connettori fissati alle travi principali.

La copertura è stata rifatta mantenendo la sagoma preesistente, ma eliminando la capriata interna che, data la sua imposta piuttosto bassa, rendeva pressochè inutilizzabile il piano sottotetto.

Si è ovviato al problema realizzando una struttura portante in legno lamellare con un grosso nodo centralein acciaio – all’intersezione delle travi principali – che ha permesso così di eliminare la capriata esistente e di sfruttare, come ripostiglio, ilpiano sottotetto, rimasto comunque accessibile mediante scala interna, ma non abitabile.

Grazie alla completa ridistribuzione degli spazi, la porzione abitativa oggi si sviluppa su 2 livelli fuori terra. Al piano terra trova collocazione la zona giorno composta da ampio soggiorno, cucina abitabile, zona pranzo e bagno; al piano primo si sviluppa la zona notte con 4 camere da letto, uno studio e doppi servizi igienici.

Proverbio ha recuperato le volte a botte in mattoni in corrispondenza della cucina, delvano scala su ambo i livelli, dello studio, che, prima degli interventi di ristrutturazione, si presentavano completamente ricoperti da uno spesso strato di intonaco. Mediante l’intervento di descialbo e successiva sabbiatura, le volte sono state tutte recuperate.

L’architetto ha voluto anche mantenere la scala esistente; tutte le pedate in serizzo sono state sabbiate, recuperate, pulite e successivamentetrattate con prodotti idrorepellenti.A livello di facciata, la sagoma è stata mantenuta,ma le aperture sono state modificate e regolarizzate per ottemperare anche ai requisiti igienico-sanitari all’interno dei vani abitativi.

Tutti gli impianti sono stati completamente rifatti a norma.

Trattandosi di muraturain mattoni pieni e pietra, che appoggiava direttamente al terreno sottostante,era di fondamentale importanza provvedere ad un suo consolidamento, ottenuto mediante opere di parziale sottomurazione e all’eliminazione dell’umidità di risalita capillare presente al piano terra. Proprio in corrispondenza di questo livelloè stato creato un vespaio areato con elementi prefabbricati ad “igloo” in modo tale che l’umidità presente nel terreno non fosse più a contatto con la pavimentazione; lungo la muratura perimetrale invece è stato utilizzato, sia lungo il lato interno che su quello esterno, intonaco deumidificante.

Un sistema di isolamento e ventilazioneè stato creato anche nella copertura, così da evitare la penetrazione, dall’esterno, del freddo in inverno e del caldo in estate.

All”interno, i materiali utilizzati, sono il legno ed il gres porcellanato effetto pietra coniugato con un arredo sobrio in stile moderno e con il blocco del camino e relativo mobile realizzati da Proverbio su misura. Infine, non solo le preesistenze architettoniche del soffitto e della muratura sono state mantenute, ma anche il portale in pietra che si presentava in facciata e che dava sull’esterno, tolto e riproposto in corrispondenza dell’ingresso della cucina, abbinato ad una porta adoppio battente recuperata e restaurata.

Et voilà: ecco di nuovo pronta per essere abitata, una dimora del ‘900 tanto cara alla nostra memoria.

Laura Proverbio Architetto

via Torelli 14/B Novara

tel/fax 0321.451334

mobile: 333.4431999
e-mail: 
proverbiolaura@gmail.com

pec: laura.proverbio@archiworldpec.it