Passeggiando tra i limoni della costiera amalfitana

Il limone sfusato amalfitano (foto commons.wikimedia.org).

Un itinerario facile e spettacolare da Maiori fino a Ravello e Minori

Si chiama “Sentiero dei Limoni” e nome non potrebbe essere più azzeccato. E’ un percorso, facile, di circa nove chilometri che parte dal Comune di Maiori, sulla costiera amalfitana e, passando per la bellissima Ravello, arriva fino al Comune di Minori. Prendendosi il giusto tempo per fotografare e ammirare i paesaggi fra il verde delle coltivazioni punteggiato dal giallo vivo dei limoni e il blu del mare, è un percorso che si può tranquillamente affrontare in quattro/cinque ore senza essere allenati. L’ideale è fermarsi a pranzo in qualche buon ristorantino per “spezzare” il cammino e riprendere pieni di energia. Il dislivello non è impegnativo (poco più di 400 metri totali) anche se il percorso prevede diverse scalinate da scendere e salire. Ideale da affrontare in questo periodo dell’anno, quando il sole non è più così caldo.

Il limone sfusato amalfitano

Si parte dalla chiesa Collegiata di Santa Maria a Mare a Maiori. La basilica vale una visita per la sua cupola rivestita da tegole maiolicate colorate, tipiche della zona. Lasciatasela alle spalle, si prende la scalinata di Via Vena e s’inizia a salire fuori dall’abitato. Già dopo questi primi passi, ci si trova circondati dal verde degli ulivi, delle viti e dei limoni carichi del loro scintillante frutto. Si tratta dello sfusato amalfitano, la profumatissima varietà di limone locale. E’ esportato in tutto il mondo e i contadini se ne prendono cura seguendo le tecniche tradizionali: le piante, distanziate tra loro, crescono sulle “macerine”, i terrazzamenti tipici del luogo, sostenuti da apposite strutture realizzate con pali in legno di castagno.

Gioielli della costiera amalfitana

Il primo abitato che s’incontra è Villaggio di Torre. Questo piccolo borgo rappresenta uno dei tanti gioielli della Costiera grazie alla sua architettura semplice ma elegante. Continuando a salire s’incontra il Convento di San Nicola. Sul lato sinistro dell’edificio si trova una piccola altura che permette di vedere Capo d’Orso, il Golfo di Salerno e la costa del Cilento. Da questo punto in poi il sentiero comincia a scendere fino a raggiungere Ravello, una vera e propria terrazza sul mare che regala scorci di una bellezza incredibile. Da vedere Villa Rufolo e Villa Cimbrione dai giardini delle quali si gode di una vista sul Tirreno a dir poco emozionante.

Minori sulla costiera amalfitana

Superata Ravello, risalendo lungo il Sentiero dei Limoni e i suoi scalini, si arriva finalmente a Minori. Pensate che questo borgo, fino al 2014, era raggiungibile solo via mare o a piedi: non c’era una strada carrabile. Qui sono da visitare Villa Marittima, complesso monumentale romano risalente al primo secolo dopo Cristo e la Basilica di Santa Trofimena Martire. Si trova al centro del paese; è di epoca medioevale e ospita le reliquie della santa.

Flavio Semprini

Da sinistra: La terrazza di villa Ruffolo a Ravello; Minori vista da Ravello (wikipedia); un tratto del Sentiero dei Limoni (foto di M. T. Hébert e J. R. Thibault da flickr.com).