Siamo tutti convocati: gioco, sport e Diocesi. Il nuovo percorso di Don Franco Finocchio

Gli organizzatori con Don Franco Finocchio, terzo da sinistra
Gli organizzatori con Don Franco Finocchio, terzo da sinistra

Organizza l’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile, in collaborazione con Coni, Novara calcio e Agil – Igor Volley

Lo sport occupa un ruolo molto importante nella vita dei giovani: grazie ad esso si fanno nuove amicizie, si sfoga la rabbia, “si cresce”, si provano nuove sensazioni ed emozioni.

Da piccoli lo sport è vissuto come un gioco a tutti gli effetti, un modo per socializzare, per imparare ad ascoltare, ad osservare le regole e ad avere rispetto per i compagni. Negli adolescenti l’attenzione si sposta sull’aspetto fisico: l’altezza, una buona muscolatura per i ragazzi e il peso per le ragazze.

Lo sport quindi è sinonimo di impegno e consiste nel mettersi alla prova, nel superare i propri limiti e nel realizzare i propri sogni: è una guida educativa.

Per accompagnare i giovani in questo percorso occorrono persone preparate, che sappiano intercettare i bisogni dei ragazzi e sappiano rapportarsi con loro stando al passo coi tempi.

Per questo motivo, promotore Don Franco Finocchio, con un team qualificato, si sta organizzando questo percorso formativo.

Il titolo non è stato scelto a caso: chiama tutti coloro che vorranno mettersi in gioco, siano essi allenatori, dirigenti sportivi o genitori di sportivi.

Il corso è organizzato dal settore di pastorale dello Sport dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile, con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI, con la collaborazione del Coni, del Novara calcio e della Agil – Igor Volley.

A gennaio inizieranno gli incontri che avranno la volontà di formare dirigenti, professionisti e genitori utilizzando lo sport come strumento che può sviluppare contemporaneamente aspetti educativi e competitivi. Uno sport che include e non esclude. Uno sport che insegna a collaborare, a fare gruppo.

Grazie alle competenze di Village che si avvale di un team di grande valore formato da Filippo Galli, Edgardo Zanoli, Domenico Gualtieri e Silvia Pasolini,si svilupperà una metodologia innovativa: Il metodo integrato.

Questo metodo intende valorizzare lo sviluppo del talento di ciascuno lavorando in maniera applicata ed effettiva sulle diverse aree dell’atleta: tecnica, tattica, atletica e relazionale.

Si parte dall’idea che il talento non lo si crei ma si possa accompagnarlo.

Saranno previsti dei momenti teorici, pratici e dei giochi di ruolo con appuntamenti collettivi per Genitori, dirigenti e allenatori.

Si possono trovare tutte le informazioni e il form di adesione sul sito www.siamotutticonvocati.it

Il Percorso sarà gratuito per genitori e dirigenti.

Sarà una sfida e una opportunità di miglioramento.

Se lo sport è per tutti, anche la formazione può esserlo, così da avvicinare sempre più persone competenti e motivate al mondo dello sport.

Ilaria Filippi

Direttore Generale Polisportiva San Giacomo Novara

Annunci