Addio a Claudio Mossetti, aveva 41 anni

È mancato improvvisamente Claudio Mossetti di Fara Novarese. L’uomo, classe 1978, aveva compiuto 41 anni la scorsa estate, era figlio unico e dopo la scomparsa dei suoi genitori viveva da solo nella sua casa di Fara. Lavorava a Romagnano Sesia, dov’era titolare dell’officina Cugini Ferraris di via dei Martiri.

E’ mancato nella notte fra sabato e domenica a causa di un improvviso malore che non gli ha dato scampo.
Era un grande appassionato di pesca e motori, lo ricordano commossi e con affetto i tanti amici anche sui social come Facebook.
“Mi mancherà moltissimo – commenta Mirella Ferraris, ex titolare dell’officina Cugini Ferraris – Lo conoscevo da quando aveva 16 anni. La sua scomparsa lascia dell’amaro in bocca, no ce l’aspettavamo, l’ho visto sabato sabato al lavoro”.
“Un pensiero speciale ad una persona buona, onesta – ricordano alcuni colleghi – Uno di quei tipi che non possono che starti simpatici a pelle.
“Claudio era il nostro meccanico – scrivono sulla pagina Facebook dell’azienda – gliene abbiamo combinate di tutti i colori e lui è sempre stato lì, un po’ incazzato con il mondo e un po’ burbero ma sempre lì a salvarci la giornata.
Siamo sicuri che qualcuno in alto ti sgriderà per tutte le volte che li hai “disturbati” invano, ma tu eri così e saprai farti voler bene anche lassù!”
“Ci conoscevamo fin dai tempi delle elementari – commenta Michele Ferro amico di Mossetti che risiede in Australia – ed eravamo molto amici, mi fa male apprendere la notizia della sua scomparsa.
Io e Claudio abbiamo passato tanto tempo insieme, andando ovunque ci fosse stato bisogno di noi. Ci sono tante qualità di claudio, una in particolare era di riuscire a fare di una serata qualsiasi, qualcosa di speciale. Non ha mai perso l’ allegria neanche nei giorni più bui. In uno dei tanti viaggi siamo finiti a Genova e rotto la macchina in pieno agosto.
Le esequie, come da disposizioni ministeriali, si sono svolte con la benedizione della salma, alla presenza dei soli famigliari più stretti, il 21 aprile nel cimitero di Fara Novarese.
Devika Vandone