Comune di Alagna – Dotazione ai servizi sociali

Il Comune di Alagna ha raccolto 1200 euro durante il lockdown dal Comune di Alagna e li ha immessi sul territorio in forma di sostegno al lavoro dei Servizi Socio-Assistenziali dell’Unione Montana Valsesia: «Durante il lockdown i Servizi Sociali dell’Unione Montana portavano la spesa a casa delle famiglie di Alagna – spiega il Sindaco, Roberto Veggi – i residenti hanno usufruito di questo prezioso servizio a titolo completamente gratuito, mentre ai non residenti il Comune ha richiesto un contributo di 10 euro a consegna. A fine periodo, abbiamo raccolto 1200 euro, che abbiamo deciso di donare ai Servizi Sociali per iniziative a favore delle persone più fragili, gli anziani e i disabili, che hanno patito in modo ancor più forte le difficoltà dell’isolamento forzato».

 

E così il Sindaco Veggi e la sua Giunta hanno suddiviso i 1200 euro raccolti in due tranche, per due iniziative entrambe molto importanti: una parte dei fondi raccolti sono serviti per l’acquisto di 4 saturimetri, che le Oss dei Servizi Socio-Assistenziali utilizzeranno nelle visite a domicilio dell’Alta Valle e Varallo, mentre con la restante parte dei fondi a disposizione sono state organizzate delle giornate di svago per gli ospiti del Centro Diurno Disabili, accolti ad Alagna per alcune gite in rifugio, con pranzo offerto, nei mesi di luglio, agosto e settembre.

 

«Siamo felici di aver potuto, con i fondi raccolti, offrire servizi alle persone in maggior difficoltà – aggiunge Roberto Veggi – con Stefano Arnoldi, del Centro Diurno, abbiamo organizzato le gite dei ragazzi e vedere la loro felicità, finalmente liberi di godersi l’aria pura, la compagnia e la montagna,  è stata per noi una grande soddisfazione».

 

Stessa soddisfazione viene espressa dall’Assessore ai Servizi Socio-Assistenziali dell’Unione Montana, Francesco Nunziata: «Ringrazio il Comune di Alagna per questa bella iniziativa – dice – che in primis va a potenziare il servizio a domicilio, determinante per l’assistenza agli anziani e ai malati. Il saturimetro consente di valutare il livello di ossigeno nel sangue ed è importante per monitorare i parametri dei pazienti affetti da malattie delle vie aeree, fondamentale in questo momento di diffusione del Covid. Esso è utile anche per misurare la frequenza cardiaca dei pazienti, dunque sarà prezioso anche in futuro. Grandissima valenza hanno poi avuto le gite per i ragazzi del Centro Diurno Disabili – aggiunge l’Assessore Nunziata – grazie alle quali i nostri assistiti hanno potuto godere di giornate indimenticabili, ancora adesso ricordate da tutti come momenti memorabili dell’estate 2020».