“Dialogar di Scienza”, un ciclo di conferenze all’ITI Da Vinci di Borgomanero

All’Auditorium dell’Istituto Tecnico “Da Vinci”, venerdì 10 gennaio è stato presentato il programma delle conferenze “Dialogar di Scienza”, progetto dell’ITI “Da Vinci” in collaborazione con il Comune di Borgomanero e sostenuto dalla Provincia di Novara. L’iniziativa nasce dalle profess.se Elena Faccin e d Elisa Fontana, supportate dalla Dirigente Scolastica Maria Grazia Andreetta, e ha lo scopo di organizzare conferenze di carattere scientifico, rivolte a studenti, insegnanti e alla cittadinanza. Queste si terranno all’Auditorium dell’Iti “da Vinci” di via Aldo Moro, alle 20.45.

La prima conferenza si terrà venerdì 24 gennaio alle 20.45 “Sette lezioni di Leonardo per il XXI secolo”. Relatore Massimo Temporelli, fisico e divulgatore scientifico e fondatore del primo Fablab a Milano, Venerdì 21 febbraio ecco Valeria Palumbo e Maria Rosa Pantè con “Così le donne sono arrivate alle stelle. L’epopea delle scienziate”. Palumbo è giornalista e caporedattore di RCS, mentre Pantè è scrittrice e autrice di testi teatrali. La terza conferenza è in programma per venerdì 24 aprile e tratterà “Contratto di Lago per il Cusio: studenti protagonisti”: Tavola rotonda sulla tematica ambientale tenuta da esperti selezionati da Ecomuseo Cusius. Ultima conferenza venerdì 15 maggio con Paolo Attivissimo che presenterà “Un piccolo passo, lo sbarco sulla luna”.

La Provincia – ha sottolineato l’Assessore Andrea Crivelli – può essere soddisfatta di fronte alla capacità delle scuole del territorio di attualizzare e divulgare argomenti particolarmente importanti come quelli di carattere scientifico , rendendoli meno paludati e decisamente più coinvolgenti per i nostri ragazzi”.

L’iniziativa proposta dall’Iti – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Francesco Valsesia – giunta alla seconda edizione, rappresenta un momento importante per tutta la Comunità; vengono proposti momenti di informazione e approfondimenti culturali aventi per oggetto temi di grande rilevanza che costituiranno un arricchimento per coloro che parteciperanno”- Ha poi concluso “Sono particolarmente felice perchè quest’anno il ciclo di conferenze vede coinvolti nell’organizzazione gli studenti coordinati dalle professoresse Faccin e Fontana, supportate dalla dirigente Andreetta; a loro va un particolare ringraziamento”.