“Move-in: la soluzione per essere in regola con le rigide disposizioni regionali a tutela dell’aria”

Su tutto il territorio piemontese sono in vigore dal 15 settembre le disposizioni straordinarie approvate dalla Regione Piemonte per limitare il livello d’inquinamento nelle città con più di 10mila abitanti, che prevedono limitazioni alla circolazione degli autoveicoli alimentati benzina (da euro 0 a euro 4), diesel (da euro 0 a euro 2), gpl e metano (da euro 0 a euro1) ogni anno dal 15 settembre fino al 15 aprile dell’anno successivo.

Anche la città di Borgosesia è ovviamente tenuta ad applicare la normativa regionale, pertanto anche qui, su tutto il territorio cittadino abitato (come si evince dalla mappa allegata) sono validi i suddetti divieti.

Dal 15 ottobre però, il Comune di Borgosesia aderisce al SISTEMA MOVE-IN, che consente ai veicoli rientranti nelle suddette categorie di poter comunque viaggiare, seppur con delle limitazioni al chilometraggio (legate alla tipologia):  «Per poter ovviare al divieto di circolazione – spiega Eleonora Guida, Assessore all’Ambiente del Comune di Borgosesiaabbiamo aderito al Sistema Move-In, che prevede l’installazione di dispositivi che misurano i km percorsi consentendo ai proprietari di autoveicoli rientranti nelle categorie indicate, di percorrere un numero di km indicato dal regolamento regionale, compreso tra i 1000 e i 12 mila km all’anno».

Il “move-in” o scatola nera viene installato dalle officine autorizzate, al costo di 50 euro. L’elenco degli installatori – insieme al regolamento completo della normativa – è consultabile sul sito della Regione Piemonte, e a breve sul sito del Comune di Borgosesia tramite un apposito banner con tutti i link necessari per ottenere una completa ed esaustiva informazione.

NORMATIVA REGIONALE

LIMITAZIONI PERMANENTI

• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 18:30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì fino al 15 aprile dell’anno successivo, per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto persone e/o merci, con omologazione uguale a Euro 3 e ad Euro 4 

• divieto di circolazione veicolare dalle ore 00:00 alle ore 24 di tutti i giorni (festivi compresi) fino al 15 aprile dell’anno successivo, di tutti i ciclomotori e i motocicli adibiti al trasporto di persone e/o merci, con omologazione inferiore o uguale a Euro 1; 
• divieto per tutti i veicoli di sostare con motore acceso.

LIMITAZIONI TEMPORANEE

Inoltre,  al raggiungimento delle soglie dei valori limite, saranno attivate le seguenti limitazioni temporanee:
– 1° Livello – Arancione
• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 18:30 del sabato e dei giorni festivi per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto persone, con omologazione uguale a Euro 3 e ad Euro 4;
• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 18:30 di tutti i giorni, festivi compresi, per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto persone, con omologazione uguale a Euro 5;
• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 12:30 del sabato e dei giorni festivi per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto merci, con omologazione uguale a Euro 3 e ad Euro 4;

 2° Livello – Rosso
• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 18:30 del sabato e dei giorni festivi per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto merci, con omologazione uguale a Euro 3 e ad Euro 4;
• divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle ore 12:30 di tutti i giorni, festivi compresi, per tutti i veicoli con motore diesel, adibiti al trasporto merci, con omologazione uguale a Euro 5.

«La normativa che la Regione Piemonte ha adottato, in tandem con la Regione Lombardia, è frutto della consapevolezza che è ormai inevitabile un atteggiamento collettivo responsabile a tutela della qualità dell’aria e dunque della salute pubblica – aggiunge l’Assessore Eleonora Guida – consci del dovere che abbiamo di fare tutti la nostra parte per il futuro del pianeta, siamo anche consapevoli delle difficoltà che i cittadini possono incontrare ad ottemperare a queste indicazioni. Per questo abbiamo aderito a move-in – conclude – che permette di utilizzare gli autoveicoli, pur con l’attenzione a non eccedere negli spostamenti e quindi nella produzione di emissioni inquinanti».