Ritorna il servizio civile universale a Romagnano Sesia

Sarà possibile, fino alle ore 14.00 di lunedì 8 febbraio 2021, presentare domanda di partecipazione al Bando
 
II progetto “Farsi Prossimo“, realizzato da Aurive insieme al Comune di Romagnano Sesia, si realizzerà tra il 2021 e il 2022, ed rivolto ai giovani tra i 18 e i 28 anni.
 
Scopo del progetto è quello di potenziare il servizio di accoglienza degli sportelli, che si trasformano in veri e propri punti di accesso. Inoltre si intende avviare attività di sportello volte all’erogazione di servizi di alfabetizzazione digitale degli anziani, con particolare riferimento al supporto nell’espletamento di varie procedure online per l’accesso a servizi istituzionali o altri servizi necessari ai cittadini anziani. Il progetto prevede anche organizzazione di iniziative pubbliche di promozione dei servizi dello sportello, incremento di servizi di sostegno alle famiglie povere ed impoverite, animazione sociale e mediazione sociale.
 
“Abbiamo riportato – spiega il Sindaco – il servizio civile universale con il Comune di Romagnano Sesia. Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione con Aurive e altre istituzioni  del territorio. Si tratta di ampliare i servizi alla popolazione e dare opportunità ai giovani non solo del nostro paese, ma di tutto il territorio. Un ulteriore risultato positivo, ottenuto grazie alla capacità di progettazione, collaborazione e di guardare al futuro è il fatto che a Romagnano sono disponibili 4 posti con anche il progetto di servizio civile del Museo Storico Etnografico”.
 
Altra possibilità infatti è quella di aderire al progetto “CULTURA OLTRE. NUOVI SCENARI MUSEALI” con Aurive tramite il Museo Storico Etnografico. Obiettivo è quello di ripensare l’attività del museo tra nuove esigenze di comunicazione, gestione, organizzazione di eventi, per accompagnare un graduale ritorno alla normalità post Covid. Il progetto interviene su carenze sistemiche dei musei italiani e propone un percorso di rinnovamento, per aggiornare i contenuti della comunicazione e impostare una digitalizzazione dei patrimoni, funzionale all’attività di valorizzazione dei beni culturali. Viene potenziato il sostegno alla quotidianità del museo, rafforzando attività fondamentali come la
cura degli allestimenti, la catalogazione, la ricerca, senza dimenticare forme di accoglienza (anche in remoto) l’attività di accompagnamento delle visite e la didattica.
 
 
Per partecipare ai Bandi è gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.