Tomei, E’ davvero necessario?

Egregio Direttore,
                            leggiamo sui giornali un recentissimo intervento del Sindaco di Borgomanero
sulla necessità di un inceneritore di rifiuti nel Novarese, intervento che ci lascia letteralmente basiti
Il Sindaco di Borgomanero annuncia, che egli sarebbe lieto di ospitare proprio a Borgomanero
questo inceneritore. Questa proposta non è  nuova,  risale addirittura a quindici anni fa,
ma fu rifiutata allora dai cittadini di Borgomanero, che insorsero, tutti quanti uniti, e la cosa si fermò lì.
Innanzitutto bisognerebbe sapere che cosa pensano oggi i cittadini di Borgomanero di questa
nuova e vecchia proposta. Il Sindaco dovrebbe spiegarla ai suoi concittadini in un incontro pubblico,
da lui organizzato.
 
Ma il Sindaco aggiunge alcune motivazioni, che francamente ci lasciano allibiti
 
Il Sindaco di Borgomanero dichiara che le discariche di Ghemme e di Barengo sono due ” bombe ecologiche” e che quindi bisogna fare l’ inceneritore nel Novarese, appunto a Borgomanero.
In realtà i due fatti non sono collegati tra di loro, le discariche di Ghemme e Barengo non c’ entrano niente. La chiusura delle due discariche è sotto stretto controllo da parte del Consorzio Rifiuti Medio Novarese e di aprire nuove discariche proprio non se ne parla.
Ma allora qual’ è il senso di questa strana storia?
E’ semplice. Nel Novarese si viaggia verso l’ 80 % di raccolta differenziata, grazie
alla Tariffa puntuale e al sacco conforme, e  l’ indifferenziato da bruciare è veramente poco.
Gli inceneritori del Milanese, dove confluisce l’ indifferenziato del Novarese, rischiano
la chiusura per mancanza di indifferenziato da bruciare a causa dell’ aumento generalizzato
della raccolta differenziata.
La proposta del Sindaco di Borgomanero, preceduta dall’ uscita a sorpresa dell’ Assessore Ambiente della Regione, mette le mani avanti per evitare la chiusura degli inceneritori del Milanese.
Lasciamo ai lettori di trarre le conclusioni di questa strana storia.
 
Grazie per la pubblicazione. Cordiali saluti.
p. CARP Novara ODV
Fabio Tomei