Trecate si unisce nella solidarietà alle vittime di mafia

Il Commissario per il coordinamento delle iniziative di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso e dei reati internazionali violenti presiede il Comitato di solidarietà composto da rappresentanti di vari Ministeri.

Il compito del comitato è quello di far sentire la vicinanza delle istituzioni a quanti hanno pagato, a volte con la vita di un proprio familiare, l’impegno per la legalità e contro le mafie, il sostegno a quanti sono vittime di reati internazionali violenti e, dal 2018, agli orfani di crimini domestici.

Lo Stato ha istituito il “Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso, delle richieste estorsive, dell’usura e dei reati internazionali violenti” per aiutare tutti coloro che hanno subito un danno a seguito di un reato di tipo mafioso.
Hanno inoltre diritto a un indennizzo, nel limite delle spese mediche sostenute, le vittime dei reati internazionali di omicidio (o i loro eredi), di lesioni personali gravissime o di caporalato.
Gli orfani dei crimini domestici, infine, hanno diritto a un sostegno economico a favore delle famiglie affidatarie, borse di studio, spese mediche e assistenziali, finanziamento di iniziative di orientamento al lavoro, di formazione e di supporto per l’inserimento nell’attività lavorativa.

Informazioni, modalità di accesso ai benefici e approfondimenti sono pubblicate sui siti www.interno.gov.it e www.prefettura.it.