Nella suggestiva location: “Spazio Vivo. La fabbrica apre alla casa” di Grignasco, ricavata dove un tempo esisteva la fabbrica di arredamento Perazzi, che produceva mobili in stile barocco piemontese, Marianna Perazzi, titolare di AddressDesign, in collaborazione con la cantante borgosesiana Marti Ray, il 25 maggio, ha presentato l’evento esclusivo “LOFT”, occasione per dare spazio ad artisti affermati della zona, mostrare collaborazioni con aziende locali e fare solidarietà.

 

Il “restyling” del vecchio mobilificio, inaugurato nel marzo 2018,  viene descritto da Marianna Perazzi: “Ho ripensato lo spazio senza stravolgerlo per un interior design che guarda alla forma, relazionata al contenuto sociale, territoriale e storico, per comprendere ed essere compresa dagli individui”.

Il ricavato dell’intera serata è stato devoluto all’Associazione valsesiana di solidarietà: “Un villaggio per amico” ONLUS, nata nel maggio 2005 da un gruppo di persone che, dopo aver vissuto un’esperienza di aiuto presso una missione in Kenya, ha sentito la necessità di fare qualcosa in più, migliorando le condizioni di vita nel villaggio. Il motto che sintetizza questa iniziativa è: “Tutti insieme perché il sogno di questi bambini diventi realtà”: sono sufficienti cinquanta centesimi al giorno per permettere ad un bambino di Akadeli di frequentare la scuola, ricevere cibo e cure mediche ogni giorno.

Tra gli artisti che hanno aderito all’evento c’erano Ruben Bertoldo, gattinarese, conosciuto per molte sue opere, quali la fontana di Piazza Italia di Gattinara, la scultura “Mond’Ives” posizionata nella rotonda di Piazza Garibaldi, che ha ambientato in anteprima nel giardino la sua ultima creazione: “Foglie”, nate per il progetto “Vie del vino”. Paolo Bellon, artista di Pratrivero, che trasforma rottami metallici in oggetti d’arredamento che trovano una loro finalità domestica grazie a parti di design progettate ad hoc in cristallo, acciaio e a soluzioni innovative di illuminotecnica, proponeva due interessanti opere: “Il –Non –Lancette” e “Gemini”, un tavolo ornamentale, proposto di recente a Villa Giulia di Verbania. Maurizio Raimondi, artista di origini milanesi ma valsesiano di adozione ha realizzato quadri coloratissimi ed espressivi. Luciano Bonito, noto in Valsesia per le sue aerografie su caschi e moto, ha esposto dei falsi d’autore, copie di celebri dipinti, praticamente indistinguibili dagli originali e il giorno stesso ha realizzato un grande disegno su una parete. Molto originali erano i manichini esclusivi vestiti di foglie, piante e fiori di “Inventiamocosebelle” di Sabrina Broglia Patron e Paola Sturion.

Maria Luisa Patrosso, conosciuta come insegnante, ha creato una deliziosa carrellata di finger food, mentre Mauro Morando, cuoco di Zepter International, ha dimostrato come cucinare nelle esclusive pentole, dotate di indice Thermocontrol, completate dal coperchio Syncro-Clik, senza acqua, sale e olio, mantenendo il sapore naturale, le vitamine e i valori nutrizionali del cibo con meno calorie e grassi. Poiché le materie prime sono importanti per avere piatti sani e genuini, la padrona di casa si affida in tutti i suoi eventi a Riso Barone, per un prodotto di qualità sano e gustoso, dalle proprietà nutritive ed organolettiche eccellenti e nel rispetto per l’ambiente. La serata è stata accompagnata musicalmente dalla cantante Marti Ray, nota in Italia e all’estero.

 

Interviste a cura di Sabrina Marrano

Regia Video Michele Giovanniello

Fotografie Monica Lizzeri

Guarda il video: