ART@WORK: 90 giorni di esposizioni e un incontro con Jill Vergottini

Jill Vergottini
Un’opera di Davide Cappelli

Art@Work
Tre artisti, 90 giorni di esposizioni e un incontro con l’erede dei creatori dei più famosi caschetti d’Italia, autrice di “Mi raccomando la frangia”.
A partire dal 29 febbraio presso The Work District

NOVARA, 18 FEBBRAIO 2020 – Tre artisti, 90 giorni di esposizioni e un incontro con un personaggio “cult” che ha segnato lo stile e l’immagine che hanno reso indelebili numerose celebrità. The Work District, coworking situato nel cuore del centro storico di Novara, apre le proprie porte al pubblico in occasione di Art@work: “una serie di incontri con l’arte e la cultura, tutti all’insegna del bello, inteso come fonte di nutrimento dell’anima”, spiegano Erica Fasoli e Luca Caccia di The Work District.

Saranno i ritratti di Davide Cappelli ad aprire la rassegna, con l’inaugurazione della sua personale in programma sabato 29 febbraio alle ore 17 (visitabile fino al 28 marzo)
Il 9 marzo faranno anche da scenografia all’incontro con Jill Marie Luise Vergottini, erede del creatore dei famosi caschetti di Raffaella Carrà, Caterina Caselli, Loretta Goggi e Franca Valeri; nonché autrice del libro “Mi raccomando la frangia”.

Dal 4 aprile al 2 maggio spazio alle coloratissime grafiche digitali di Roberto De Nisi, mentre dal 9 maggio al 6 giugno saranno di scena le opere di Ignazio Buscemi.

Al centro di questa serie di eventi tre artisti, la loro curiosità per i fatti del mondo, la passione per la creatività e alcune domande, su tutte: perché abbiamo scordato l’importanza del bello per le nostre vite? Probabilmente la risposta, se esiste, la conoscono solo i folli – commentano Caccia e Fasoli – Quello che importa è che, in un periodo complesso come il nostro, ci sono ancora persone che credono nell’utilità del bello e nella sua capacità di toccare le menti e i cuori delle genti. Il nostro obiettivo è di portare il bello in luoghi non pensati per l’arte, dove l’uomo contemporaneo vive buona parte della sua esistenza, nel tentativo di riportare la bellezza nelle vite delle persone, perché la crediamo un bene necessario e indispensabile per l’individuo. In quest’ottica uno spazio di coworking, ispirato alla filosofia di Adriano Olivetti, svela un’ulteriore funzione: di fruizione artistica in grado di aggregare le persone”.

Tutti gli eventi in calendario sono a ingresso libero e le mostre saranno visitabili negli orari di apertura di The Work district (dal lunedì al venerdì, 9-13 e 14-18) nella sede di via Rosselli  4 al primo piano.   

De Nisi
Buscemi