Tiramani chiede compensi adeguati per gli operatori Asl

In foto il Sindaco Paolo Tiramani

Sta per concludersi la campagna vaccinale rivolta al personale sanitario negli ospedali di Borgosesia e Vercelli: «Ho assistito al V-Day a Borgosesia – spiega il Sindaco Paolo Tiramani – e seguo da vicino le operazioni, rilevando con piacere che nella nostra Asl tutto procede molto celermente grazie all’efficace sinergia tra Sisp e Farmacia Ospedaliera, le cui responsabili, dott.ssa Virginia Silano e dott.ssa Mariapia Massa hanno svolto un encomiabile lavoro di coordinamento».

Il deputato valsesiano sottolinea l’efficienza della task force dell’Asl VC, dove la generale mobilitazione di medici, infermieri, oss e personale amministrativo ha permesso di velocizzare i tempi di somministrazione del vaccino, per poter altrettanto rapidamente passare alla fase successiva, che sarà rivolta alle RSA: «So che hanno rinunciato a ferie e riposi per assicurare la continuità del servizio – aggiunge Paolo Tiramani – e infatti sono state vaccinate ad oggi oltre 1500 persone e dalla prossima settimana si passerà alle vaccinazioni nelle circa 50 case di riposo sparse sul territorio provinciale, con i loro 1600 ospiti e tutto il personale in esse impiegato».

Un’enorme mole di lavoro, che il personale dell’Adl sta svolgendo con grande impegno e responsabilità: «Come in tutti i settori, questo impegno va adeguatamente remunerato – dice in conclusione Paolo Tiramani – per questo mi auguro che l’Asl provveda a riconoscere ai dipendenti coinvolti nelle operazioni connesse alla campagna vaccinale il giusto riscontro economico, considerando che questo loro lavoro è fondamentale per tutta la collettività: l’unica via per uscire dal Covid è quella di provvedere rapidamente a vaccinare il maggior numero possibile di persone creando così le condizioni per l’immunità di gregge, la sola che ci permetterà di tornare alla vita normale».