Fabio Tomei: scambio libero e gratuito di piccoli oggetti

Questa quarantena ci spinge a ripensare molte cose. Ad esempio, perché versare in discarica la carrozzina di nostro figlio, che è diventata troppo piccola,
ma è ancora in buone condizioni, oppure il vecchio tavolo della nonna, che non ci piace più’?
Questi oggetti potrebbero servire a qualcuno, ma di solito non conosciamo nessuno
a cui poterli regalare, e allora li diamo all’ ASSA, che provvederà a smaltirli in discarica.
Ci ricordiamo però che esiste il bookcrossing, ossia lo scambio libero e gratuito di libri.
Perché non estendere questo sistema agli oggetti di cui vogliamo liberarci, anche se sono
ancora in buone condizioni? Otterremmo un doppio vantaggio: di fare un favore a qualcuno,
che forse ha qualche problema economico, e nello stesso tempo di evitare di aumentare
le discariche.
Proponiamo allora all’ ASSA di attrezzare un’ area di poche centinaia di metri quadri,
recintata e dotata di una tettoia, ad esempio nell’ isola ecologica di via Sforzesca, dove
chiunque possa lasciare piccole attrezzature per l’ infanzia, vecchi mobili, piccoli
elettrodomestici ancora funzionanti, a disposizione di chiunque sia interessato a riutilizzarli,
beninteso con trasporto a suo carico. Per gestire questo servizio basterebbe, a nostro
modesto avviso, una persona, incaricata di accettare gli oggetti entranti e le persone che
intendono prelevarli gratuitamente, onde evitare speculazioni commerciali.
Attenzione! Questo sistema, per potere funzionare, deve essere semplice e comprensibile
da parte di chiunque, altrimenti non decolla, come purtroppo è accaduto qualche anno fa
con un sistema di scambio, proprio in via Sforzesca, troppo complicato e macchinoso,
che perciò venne rifiutato dai cittadini novaresi.
 
p. CARP Novara ODV
Fabio Tomei

Annunci