D. Baglione: “sostegno alle imprenditrici”

In foto il Sindaco Daniele Baglione di Gattinara

Il ruolo degli enti locali nel lavoro e i grandi esempi di imprenditoria femminile sul territorio gattinarese

Parlando di imprenditoria femminile sul nostro territorio e, in particolare a Gattinara, non si può non pensare a due grandi esempi: le regine del Nebbiolo, Lorella Antoniolo e Cinzia Travaglini

Entrambe, proprietarie di due diverse aziende vitivinicole gattinaresi, portano avanti la lunga tradizione del prodotto alimentare che ci rende famosi in tutto il mondo, conciliando al contempo gli onerosi impegni del gestire una famiglia. 

Per ottenere notevoli risultati in entrambi i ruoli, quello imprenditoriale e quello famigliare, il segreto sta nel <<tirarsi su le maniche e non aver paura di sbagliare, ma fare tutto ciò che deve essere fatto>>. Dobbiamo ricordare che, per essere un buon imprenditore, è necessario avere notevole intraprendenza, qualità che alle donne, che hanno una “marcia in più”, certamente non manca. 

Un altro esempio, questa volta a livello mondiale, di imprenditoria femminile è perfettamente incarnato da Licia Mattioli che, fino a giugno del 2020, è stata Vice Presidente, con delega all’internazionalizzazione e attrazione degli investimenti, di Confindustria. 

Chi ha potuto partecipare ad alcune delle sue conferenze, ha potuto sottoscrivere quanto sia determinante al giorno d’oggi il ruolo delle donne nel coprire importanti cariche nell’ambito delle imprese, delle industrie e delle amministrazioni pubbliche.

Per aiutare le donne nei loro progetti, gli enti locali devono mettere in campo tutto ciò che è possibile per agevolarle nel lavoro. Infatti non possiamo più pensare che l’imprenditore sia esclusivamente uomo ma è da considerarsi imprenditore, indipendentemente dal sesso, chiunque abbia una visione che possa fruttare tanto alla persona quanto alla società. 

Gli enti locali, in questo discorso, hanno il compito di fungere da facilitatori del sistema, predisponendo tutti i servizi che possano alleggerire il carico di lavoro famigliare di una donna: asilo e trasporto da e per la scuola per i figli più piccoli, oltre che un aiuto per lo svolgimento dei compiti a casa e per la preparazione in vista di eventuali verifiche o interrogazioni. 

In questa prospettiva, il Comune di Gattinara ha messo a punto un servizio, che purtroppo si è fermato a causa del coronavirus, che aveva come obiettivo l’accompagnare i ragazzi nello studio pomeridiano da persone qualificate, lasciando vivere alla famiglia la serenità del focolare domestico senza l’assillo dell’interrogazione del giorno seguente. 

Per quanto riguarda la discriminazione fra uomo e donna sul posto di lavoro, non è utile aiutare un genere piuttosto che un altro ma è importante avere ben presente che il mondo imprenditoriale maschile permea ancora molto la nostra società: è giusto premiare e aiutare a raggiungere i propri obiettivi chiunque sia meritevole, uomo o donna che sia, ricordando che la semplice attribuzione di un numero fisso di posti riservati ad ogni sesso non costituisce un modello capace di raggiungere lo scopo.

A livello locale, l’auspicio è dunque che sempre più persone, uomini o donne, siano attirate dalla possibilità di mettere in pratica i loro sogni e progetti attraverso idee imprenditoriali, soprattutto considerato che è sempre più difficile trovare lavoro e, a volte, bisogna crearselo. L’obiettivo? Riuscire ad accompagnare sempre più persone nella creazione di posti di lavoro per sé e per gli altri.