Le Sardine Novaresi: sensibilizzare per la solidarietà

Abbiamo incontrato Alessandro Maffei, uno degli organizzatori e promotori del movimento delle Sardine di Novara, che ci hanno raccontato la costituzione del loro progetto e le motivazioni dell’evento di Lunedì 17 febbraio, una cena di solidarietà al ristorante Shangai della città.

Le Sardine Novaresi sono un movimento che si è formato parallelamente alle mobilitazioni di Bologna e delle altre grandi città italiane. “Questo ci ha motivato a portarlo nella nostra città” ci racconta Alessandro “scoprendo che molte altre persone, tra cui Gabriella Zailanti, Enrico Silvestri e Ivano Clementi, nutrivano le nostre stesse idee”.

Dopo il grande incontro che ha riunito 6000 persone in piazza il 12 Dicembre, le Sardine Novaresi si sono mobilitate per la comunità cinese.

Contattate da Giuliano, uno dei co-organizzatori dell’evento, hanno infatti organizzato un secondo appuntamento per sensibilizzare verso un tema sociale che si è diffuso nell’ultimo mese: la xenofobia nei confronti della comunità cinese.

A seguito dell’avvento del Coronavirus, epidemia che parte dalla città cinese di Wuhan, abbiamo assistito alla strumentalizzazione del tema che ha causato inevitabilmente aumento di aggressività xenofoba” ci dice Alessandro durante il nostro incontro.

Non è solo una questione etica, ma anche pratica. Infatti, dopo l’inizio dell’epidemia, alcuni ristoranti hanno perso la maggior parte della clientela: parliamo del 70%” ci spiegano con grande rammarico.

E’ un’iniziativa per sensibilizzare le persone. I soldi devoluti serviranno per acquistare materiale medico che sarà inviato in Cina. L’intento è stare vicino alla comunità cinese in un momento difficile.”

Parola d’ordine: solidarietà. Ne abbiamo tanto bisogno, ma sembra mancare sempre più.

Sciortino Francesca