In Siria nascerà un asilo dedicato alla piccola Susanna

In Siria nascerà un asilo dedicato alla piccola Susanna 

L’asilo si chiamerà “La casa di Susanna” e nasce dal sogno della Dott.ssa Claudia Cucino, mamma di Susanna

L’essere umano è unico e meraviglioso, perché riesce dai momenti terribili della propria esistenza, a trovare la forza e l’ispirazione per creare idee e progetti che migliorano la vita di molte altre persone.

Questa é innanzitutto la storia della Dott.ssa Claudia Cucino, gastroenterologa di Novara che a seguito della sconvolgente perdita della piccola figlia Susanna, mancata nel 2015, ha maturato dentro di sé il sogno di una scuola intitolata alla sua bambina, là dove ce n’è più bisogno. Un desiderio che adesso è diventato realtà grazie alla collaborazione dell’amico Sergio Ferrarotti, Presidente della Polisportiva San Giacomo di Novara e Vicepresidente della neonata associazione Ohana. 

L’asilo verrà aperto ad Aleppo

«Il progetto nasce dalla volontà di poter realizzare il sogno di Claudia – illustra Ferrarotti, vicepresidente di Ohana – Inizialmente lei pensava all’Africa come luogo ideale. In seguito ad una conversazione avuta con Anna Ida Russo, presidente dell’Associazione Ohana, abbiamo compreso la complessa e delicata realtà della situazione in Siria ed abbiamo deciso per la costruzione di un asilo ad Aleppo, aperto 365 giorni l’anno, per 40 bambini da 1 a 6 anni provenienti da situazione di bisogno e necessità assoluta.

La scelta del luogo è stata molto semplice: la Siria, infatti, è un paese dilaniato dalla guerra, dove molte persone, a causa di questo evento, hanno avuto la sfortuna di perdere i propri cari. I genitori sopravvissuti, devono provvedere al mantenimento dei figli, e quindi non possono avere il tempo per curarli come vorrebbero. Inoltre, in questo territorio non sono presenti strutture educative adeguate.

Diventa necessario, quindi, uno spazio in loco dove i bambini possano avere un’educazione e nel contempo interagire serenamente tra di loro. L’iniziativa è stata chiamata “La casa di Susanna”, nel ricordo della figlia di Claudia».

Al via la raccolta fondi

«Claudia Cucino e l’Associazione Ohana, sono gli ideatori – prosegue Ferrarotti – L’associazione provvederà alla raccolta dei fondi, tramite donazione  su un apposito conto corrente. Siamo riusciti a stimare un budget annuo di 10000 euro per tutte le spese utili.

L’asilo verrà realizzato grazie alla collaborazione del Movimento dei Focolari, ed i lavori verranno supervisionati da Robert Chelhod, loro rappresentante in Siria. Tramite la loro collaborazione, provvederemo all’individuazione dei bambini che accederanno al servizio ed alla costruzione della scuola. Per il primo anno, potranno iscriversi un totale di 20 bambini (10 da 1 a 2 anni, 5 dai 2 ai 4 anni, ed altri 5 dai 4 a 6 anni). Dal secondo anno, inseriremo altri 20 bambini (5 da 1 a 2 anni, 10 dai 2 ai 4 anni e 5 dai 4 ai 6 anni) per un totale di 40».

Al via i lavori

«La costruzione della struttura è già iniziata.La data stimata di ultimazione dei lavori è per Maggio 2021»

Per contribuire all’iniziativa, vi basterà eseguire un bonifico sull’apposito conto corrente di Ohana odv- IBAN IT94L0503410100000000042666- e specificare come causale: La casa di Susanna

Per ulteriori info sul progetto, seguite la pagina Facebook:

www.facebook.com/Ohana odv

 

Alessandro Salvatori