Burocco dona 1 milione di euro all’UMV per il sociale

Varallo, 19 dicembre 2020 – Partirà il I gennaio il progetto “La pagina bianca” ideato dalla dirigente del settore Servizi Sociali dell’Unione Montana Valsesia, Renata Antonini e dai suoi collaboratori, per dare concretezza alla straordinaria donazione di cui l’ente è beneficiario: un milione di euro, che l’imprenditore metalmeccanico Achille Burocco ha voluto offrire per iniziative rivolte a pazienti affetti da Alzheimer o altre malattie neurodegenerative.

«Insieme al Presidente Pierluigi Prino, sono onorato e ringrazio Achille Burocco per questa donazione – commenta Francesco Nunziata, Assessore ai Servizi Socio-Assistenziali dell’UMV – che premia il lavoro che tutti i nostri operatori svolgono incessantemente a favore dei soggetti più deboli del territorio. So che Achille Burroco, leggendo sui giornali le notizie riguardanti il nostro operato, ha deciso di sostenerci con questo significativo gesto di grande altruismo – aggiunge Nunziata – a cui abbiamo voluto dare una risposta di grande serietà. Per questo, da parte nostra, c’è stato l’impegno immediato a redigere un progetto che potesse offrire tutte le garanzie giustamente richieste dal donatore affinché il suo gesto si potesse tradurre in effettivo beneficio per le categorie a cui è indirizzato».

La volontà di effettuare una consistente donazione è stata comunicata all’Ente montano, da parte dello staff di Burocco, già a inizio 2020; la pandemia ha dilatato i tempi, e solo dopo l’estate si è potuto riallacciare il contatto con il manager che segue il benefattore valsesserino. Diversi i soggetti che hanno lavorato in sinergia per far sì che questo progetto si concretizzasse: «Prezioso è stato il contributo di Pierangela Bora Barchietto, Vice-Sindaco di Coggiola – sottolinea Francesco Nunziata – che insieme al Presidente Pier Luigi Prino e a noi dei Servizi Sociali ha collaborato affinché l’intenzione benefica del Signor Burocco potesse andare a buon fine. Fondamentale è stato il lavoro di Renata Antonini, che insieme ai suoi collaboratori ha prodotto una progettualità efficace, molto apprezzata da Burocco, che ha dato l’ok per il rilascio del contributo».

L’obiettivo del benefattore era che la sua donazione, effettuata in memoria dell’amata sorella Lidia, potesse avere ricaduta rapida ed evidente sui settori a cui è indirizzata, e il progetto “La pagina bianca” è proprio finalizzato a questo: articolato su tre fasi, corrispondente a tre tranche di erogazione economica da circa 300mila euro ciascuna, prevede nella fase iniziale la ricerca e formazione di personale medico e paramedico che sarà poi dedicato totalmente alle persone con problematiche neurodegenerative. Dopo di che si metteranno in atto azioni volte a sostenere i soggetti con tali problemi sia nei centri diurni dell’Unione Montana Valsesia (in Valsessera e Valsesia) sia a livello domiciliare.

«La donazione di Achille Burocco è un grande gesto d’amore per il territorio – conclude l’Assessore Francesco Nunziata – che darà grande sollievo a tante famiglie afflitte dal senso di impotenza che si percepisce quando si assistono malati di malattie neurodegenerative. Riusciremo, grazie a questi cospicui fondi, ad offrire supporto in diversi modi e a molte più persone di quelle che seguiamo attualmente. Un grande ringraziamento va dunque a questo uomo buono, il cui amore per la sua terra e per i suoi compaesani si esprime attraverso gesti di grande generosità, capaci di cambiare la vita a chi ne è destinatario».