L’istituto “V. Lancia” si presenta. Tra offerta formativa e mondo del lavoro

Una serata alla Pro loco per parlare della scuola borgosesiana con docenti e imprenditori

L’istituto superiore Lancia di Borgosesia si promuove. E lo fa con una serata-conferenza in cui la presentazione dell’offerta formativa da parte dei docenti sarà affiancata dagli interventi di eminenti rappresentanti del mondo dell’impresa. Un binomio che vuole sancire ancora una volta il legame indissolubile tra le due realtà: il mondo della scuola che forma professionisti e il mondo del lavoro che li accoglie dopo il diploma.

L’appuntamento con “IIS Lancia, l’industria e l’artigianato del territorio”, questo il titolo dell’iniziativa, è per venerdì 15 novembre alla Pro loco. La serata è organizzata in collaborazione con associazione Metallurgi e Confindustria, ha il patrocinio del Comune ed è aperta a tutti. L’invito è rivolto in particolare a chi ha interesse a conoscere da vicino la realtà dell’istituto superiore e i suoi sbocchi lavorativi, quindi genitori e alunni delle scuole medie, docenti referenti delle attività di orientamento in uscita, imprenditori, esperti e addetti del mondo dell’impresa.

Alle ore 19 le porte della Pro loco si apriranno per le visite agli stand allestiti da aziende e artigiani locali nel ridotto del teatro. Sarà così possibile assistere a dimostrazioni delle realtà produttive del territorio, fare domande, chiedere informazioni e in qualche caso fare due chiacchiere con ex studenti di Ipsia Magni e Itis Lirelli, i due plessi del “Lancia”, che hanno trovato impiego in imprese della zona, testimoni diretti dei benefici ricavati dalla formazione ricevuta. 

Alle ore 20 prenderà il via la tavola rotonda moderata dal dirigente del Lancia, Carmelo Profetto. La presentazione dei corsi dell’Istituto tecnico (Meccanica e Chimica) e dell’Istituto professionale (meccanica, elettrico, moda) sarà a cura dei docenti della scuola borgosesiana. Seguiranno gli interventi di Pietro Prosino, titolare della omonima azienda di Grignasco nonché priore dell’associazione Metallurgi, Alessandra Contessotto di Loro Piana Quarona, Laura Invidia della Gessi di Serravalle, Lara Ponti dell’Acetificio Ponti di Ghemme, Massimo De Bernardi della Enrico De Bernardi Impianti Elettrici di Valduggia e Stefano Sappa delle Rubinetterie Stella di Dormelletto. Confindustria Novara Valsesia Vercelli sarà rappresentata da Stefano Inzaghi; parteciperanno inoltre all’evento numerose altre aziende e associazioni del territorio, tra le quali Lanificio Colombo di Crevacuore, Fondazione Valsesia, Distillerie Francoli di Ghemme, Moveco di Grignasco e F.lli Tosi di Varallo.

Durante la serata verrà presentata un’altra importante iniziativa. Nell’anno di Leonardo da Vinci verrà in fatti allestita all’Istituto Lirelli di Cascine Agnona la mostra su “Leonardo e la Tecnologia” con la presentazione dei modelli delle principali macchine di Leonardo e di altri manufatti stampati in 3D da FabLab di Milano. FabLab Milano è stato fondato da Massimo Temporelli, di Ghemme, ex allievo proprio del Lirelli.

 

Annunci