La ripartenza è tutta rosa con le donne BNI Airone

Imprenditrici e professioniste a Novara per inaugurare la ripartenza 

Ripartire:  ora è questo l’imperativo del mondo dell’imprenditoria e delle partite iva. Le imprenditrici e le libere professioniste del novarese – che fanno parte della rete di imprese BNI, nello storico “Capitolo Airone” di Novara – hanno scelto di farlo con entusiasmo, dandosi appuntamento nel suggestivo nuovo dehor di Opificio, l’esclusivo ristorante di Fabio Barozzi, per la serata “Pink in back”. Dress code il colore che per antonomasia rappresenta l’universo femminile: il rosa, declinato in tutte le sue nuances.  L’elegante allestimento a tema, curato dall’agente di viaggio Marta Prelli, ha fatto da raffinata cornice all’incontro, a cui hanno preso parte le numerose donne BNI, come la dottoressa Michela Squeo – ospite  nelle puntate “Bellessere in salotto” su l’Opinionista News, la farmacista Karen Picchetti  – autrice della rubrica “La nostra salute” di l’Op News, la pubblicitaria Silvia Cestagalli, l’avvocato Lucia Gallone, l’agente immobiliare Giusy Nicastro, l’architetto Laura Proverbio, la gastroenterologa Claudia Cucino, Beatrice Peruzzo di Carrozzeria Doria, Denise Regalli di Edilzeta, Elisa Giarda di Maffé porte e finestre, l’amministratrice di condomini Federica Del Duca, Katia Tedesco di Perone Impianti, la psicologa Maria Beatriz Arenas, Silvia Maranzana dell’atelier Il cortile del borgo, Vita Bashniak di Novarclean e la nutrizionista Elena Brugnatti. Immancabile, in mise pantaloni rosa quarzo e bolero fucsia, il Direttore di l’Op news, Sabrina Marrano, membro del Capitolo BNI Airone di Novara. Il rosa ha trionfato in tutte le sue sfumature: dal total look fucsia di Elena Brugnatti agli accessori e i dettagli color pesca della Presidente Giusy Nicastro, fino alla grintosa giacca di pelle color corallo di Silvia Cestagalli. Eleganza, femminilità e gioia di vivere sono stati il leitmotiv dell’evento ma al contempo dello  stereotipato “sesso debole” non c’è stata neanche l’ombra: sotto ai candidi rossetti e ai graziosi vestiti floreali ci sono delle donne che ogni giorno fanno i conti con la situazione attuale e che scelgono di portare avanti la loro azienda e la propria professione, con tenacia,  astuzia, capacità e soprattutto con spirito di collaborazione l’una con l’altra, scambiandosi referenze e lavori, organizzando insieme progetti e attività che contribuiscono a far crescere sempre di più il tessuto imprenditoriale e lavorativo novarese. Donne che hanno scelto di essere protagoniste della loro vita, del proprio successo e di questa tanto sospirata ripartenza. 

Redazione l’Op News