39enne, ha iniziato a studiare gli strumenti musicali in tenera età ed ha poi proseguito con una formazione più approfondita, partecipando a numerose iniziative d’interesse nazionale ed internazionale.

Ad esempio, a Viverone, con il suo sax, ha accompagnato il lancio della sonda Lady HO3 nello spazio; ed, ancora, il “ Duo distratto ”, che lo vede protagonista, è stato selezionato per esibirsi ad Expo, nel padiglione “ Cereali e tuberi ”, in collaborazione con la Rai.

Dimino è anche un stuntman ed ha raggiunto il record mondiale, ovvero il lancio a volo d’uccello appeso ad un cavo d’acciaio, mentre suona il sax.

A Frassinetto (Torino), le note di Dimino sono echeggiate nell’aria a 150 chilometri orari di velocità, per mille 800 metri di lunghezza.

L’impresa, seguita dalle telecamere del regista Achille Zaino, ha richiesto una preparazione accurata.

Perché un musicista, diventa uno stuntman?

«Ho conosciuto un gruppo di stuntman professionisti che mi hanno incuriosito ed appassionato –risponde Dimino– Quindi ho deciso di dedicarmi anche a questo tipo di attività, ma in modo personale, ovvero unendola alla mia professionalità di compositore, arrangiatore e sassofonista».

È possibile mantenersi economicamente facendo esclusivamente il musicista?

«Molto spesso no –spiega Dimino- Ma nel mio caso assolutamente si: sono trai più gettonati del nord Italia».

Dunque, qual è il segreto?

«Bisogna spaziare tra diverse occasioni lavorative –illustra il sassofonista– io alterno serate in discoteca, ad appuntamenti con balli di gruppo, propongo la dance, il jazz, ed il liscio: se facessi unicamente ciò che mi piace, lavorerei in media due volte al mese».

Direttore Responsabile del giornale L’Opinionista. Contatti: direttore@lopinionistanews.it –
Tel. 0163 086688

Annunci

Rispondi