Al via la mostra didattica su storia e vita quotidiana dei nostri antenati altomedievali, i Longobardi.

Dal 18 marzo al 1 maggio 2018 il Museo Civico Archeologico di Arona propone al pubblico e alle scolaresche una mostra didattica dedicata a un popolo che nell’Alto Medioevo invase ed occupò per oltre due secoli il nostro territorio: i Longobardi.

Tracce importanti di questa occupazione sono presenti in tutto il territorio alto novarese ed anche a livello strettamente locale, come il rinvenimento della tomba di un guerriero longobardo nella frazione di Mercurago di Arona.

Per circa due secoli abbiamo vestito i panni longobardi. Ne abbiamo memoria, oltre che attraverso i ritrovamenti, grazie ai numerosi toponimi e agli svariati nomi di origine longobarda tuttora in uso.

Le riproduzioni che verranno esposte sono state realisticamente realizzate nelle dimensioni e nei materiali dal Centro Ricerche l’Arc di Villar San Costanzo (CN) sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte.

L’esposizione, insieme all’apparato didascalico ed ai contenuti multimediali, illustra la vita quotidiana, le usanze, i riti funerari, la struttura sociale e politica di un popolo che si integrò con le popolazioni locali, che ebbe per primo l’idea di unificare l’Italia in un unico regno e che ci lasciò preziosissime opere d’arte e una diversa soluzione di controllo del territorio che, attraverso i ducati, fu il vero preludio  al medioevo italiano.

L’Assessore alla Cultura Chiara Autunno commenta:

La mostra che verrà allestita presso il Museo Archeologico è un’ opportunità per conoscere e approfondire la cultura di un popolo che ha vissuto e condizionato il nostro territorio per oltre due secoli, questo sarà possibile grazie anche alle riproduzioni realizzate dal Centro Ricerche l’Arc di Villar San Costanzo.
L’iniziativa è rivolta in particolar modo alle scolaresche che potranno svolgere attività didattiche arricchendo il programma proposto loro a scuola, ma sono certa che, come le mostre già proposte gli anni scorsi presso il nostro museo cittadino, anche “Arrivano i Longobardi” saprà attirare l’interesse e la curiosità di un pubblico più ampio.

La cerimonia di inaugurazione si terrà domenica 18 marzo alle ore 16:00 presso il Museo Civico Archeologico di Arona con possibilità di visita guidata.

Ricordiamo che nel settembre 2016 l’Amministrazione Comunale di Arona ha intitolato il Museo Civico Archeologico al Professor Khaled al-Asaad (famoso Archeologo Siriano nella ricorrenza dell’uccisione avvenuta a Palmira il 18 agosto 2015.

Il professor Asaad Khaled ai tempi direttore del museo e sito archeologico della città di Palmira, venne prima catturato e poi ucciso da un gruppo Jihadista unicamente perché si rifiutò di fornire informazioni su dove fossero nascoste le antiche opere d’arte.

La città di Arona e i figli del professor Asaad Khaled hanno potuto conoscersi e approfondire l’amicizia grazie all’esposizione di una fedele riproduzione dell’Arco di Palmira, fortemente voluta dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Alberto Gusmeroli.

Per qualsiasi informazione o inserzione scrivere a: redazione@lopinionistanews.it

Annunci

Rispondi