Addio al mitico prof. Carlo Garavaglia

Il professor Carlo Garavaglia è mancato ieri, giovedì 10, lasciando un profondo vuoto a Trecate e nell’intero sistema scolastico novarese. Garavaglia aveva 76 anni, viveva nella sua abitazione in via Macallè a poche centinaia di metri dal centro storico. Cinque i figli della coppia (lei storica maestra delle Elementari ormai in pensione da anni): Mariagrazia, Anna Maria, Carlo Maria Marco e Chiara. E sei nipoti. 

Dopo il diploma in Agraria, Garavaglia aveva compiuto un viaggio incredibile nell’Africa degli ultimi, quando ancora (siamo negli anni ’60) erano pochissimi gli occidentali che andavano da quelle parti per prestare servizio di volontariato e dare un aiuto. E poi la creazione del gruppo Noi Giovani, formatosi nei primi anni ’70, ‘palestra’ di vita e di politica in anni difficili ma ricchi di ideali: iniziativa che ebbe il plauso addirittura del Vaticano. E che dire dell’impegno da presidente del Coro don Gambino, portato dal cortile di case private a Trecate sino in Piazza San Pietro sotto la direzione del maestro Giuseppe Menanno. 

Inoltre prof. Garavaglia era anche un docente. Tanti anni di ‘Bonfantini’, cui dedicherà anche un suo libro, sino a diventarne il vice Preside, per non parlare delle sue recenti ricerche per ricordare quando ‘quel rocker’ di Manuel Agnelli aveva frequentato la scuola di Vignale.

Si impegnó anche in Politica, prima nella Dc (anni ’70) e poi alla guida di una lista civica (Azione popolare) che nei primi anni ’80 ebbe il merito di aprire il fronte sulla crisi di credibilità (e moralità) dei partiti prima degli scandali dei primi anni ’90. Fu più volte assessore e tentò anche di concorrere per la carica di Sindaco nel 1993. 

Carlo Garavaglia è stato anche docente all’Ute, Università della Terza Età, insegnando l’arte dell’Agricoltura e alcuni trucchi utili e necessari per avere un pollice verde, di cui lui era dotato in modo sopraffino, basti pensare alla sua vigna (e al suo vino) a Briona.

L’estremo saluto gli sarà tributato in chiesa parrocchiale la mattina di sabato 12 ottobre alle 9.30; il rosario invece sempre in chiesa parrocchiale venerdì 11 alle 17.30.