Ad aggiudicarsi ex aequo il premio per l’originalità dell’attività svolta e l’utilizzo di strumenti promozionali innovativi sono state l’impresa Stema di Antonella Boffelli di Novara, laboratorio artigianale in cui vengono realizzati abiti da sposa personalizzati e dipinti a mano, ed El Mahi Leila, giovane titolare del ristorante pizzeria “Il Nespolo” di Vespolate ed organizzatrice di serate a tema sulla cucina italiana, marocchina e non solo.

L’azienda agricola Rossi Michela di Massino Visconti si è distinta per la promozione del territorio e dei prodotti tipici, grazie alla coltivazione di alberi da frutto e, in particolare, della mela vergantina, mentre Find Out Team S.r.l. di Novara per il respiro internazionale dell’attività, un’agenzia di consulenza e scouting che opera nel campo dell’editoria, in particolare per bambini e ragazzi, sui mercati esteri, Cinain primis, con la prossima apertura di uffici a Filadelfia e Berlino. Il premio per la realizzazione di progetti di responsabilità sociale è invece stato attribuito a Cuordimamma s.n.c. di Barcellini Alessia e Postiglione Stefania di Novara, azienda commerciale di prodotti alimentari, anche bio e a chilometro zero, cosmetici e detergenti, venduti sfusi al fine di ridurre packaging e impatto ambientale.

Le imprenditrici novaresi premiate

«Le imprese femminili novaresi sfiorano le 6.900 unità – commenta Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di Commercio di Novara – con un’incidenza sul totale delle imprese provinciali pari al 22,4%, dato che si mantiene costante da diversi anni e che in un contesto generale caratterizzato dalla progressiva riduzione dell’imprenditorialità rappresenta un segnale positivo, della capacità di tenuta delle attività guidate da donne».  

Nel corso della cerimonia sono stati inoltre consegnati due ulteriori riconoscimenti: il primo a Fileppo Zop Federica dell’azienda Mario Costa S.p.A. di Casalino in qualità di miglior manager donna, per il contributo alla crescita dell’azienda, che dal 2012 ad oggi è passata da un fatturato di 8,9 a 13,9 milioni di euro, con un aumento della produzione da 88mila a 164mila forme di gorgonzola. Il secondo è stato il premio speciale “Pari Opportunità al lavoro”, messo a disposizione e consegnato dalla Consigliera di Parità Laura Noro all’impresa LBS s.a.s. di Raia Annalisa e C. di Castelletto Sopra Ticino per essersi distinta nell’attivazione di servizi per la conciliazione dei tempi di vita e lavoro nell’ambito dell’attività di agenzia viaggi, con gestione di servizi aeroportuali ed organizzazione di eventi.

«Il premio si inserisce all’interno di un più ampio programma di attività promosso dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile – spiega Anna Ida Russo, presidente del Comitato – Ricordo la collaborazione con LILT per sostenere la prevenzione attraverso approfondimenti e visite specialistiche in azienda; l’appuntamento di marzo con lo storytelling, dedicato alle storie di imprenditrici meritevoli; il corso coaching per la crescita personale e la formazione attualmente in corso su allestimento del punto vendita e promozione digitale, un’iniziativa dal taglio operativo che abbiamo pensato anche perché nel comparto del commercio si concentra ben il 28% delle imprese femminili».

Direttore Responsabile del giornale L’Opinionista. Contatti: direttore@lopinionistanews.it –
Tel. 0163 086688

Annunci

Rispondi