Donazioni per la comunità di Gattinara da la tabina “La Travà” e la compagnia della botte “Mojito DiVino”

LUVA, la Festa dell’Uva di Gattinara, come è noto, è una manifestazione che richiama decine di migliaia di persone con una positiva ricaduta economica per le attività della città. Proprio grazie all’ottimo riscontro avuto nei tre giorni il gruppo della “Tabina La Travà” e la Compagnia della Botte “Mojito DiVino” hanno voluto fare qualcosa di utile per comunità Gattinarese.

La Tabina “La Travà” con parte degli incassi della Festa dell’Uva ha donato un defibrillatore al Comune di Gattinara, un dispositivo salvavita importantissimo visto che, dati alla mano, ogni anno in Italia l’arresto cardiocircolatorio colpisce una persona su mille, con una stima di circa 55 mila casi ogni 12 mesi e una sopravvivenza del 3 per cento. Nei paesi in cui è diffusa la defibrillazione precoce, la sopravvivenza può raggiungere il 50 per cento.

Pertanto, la presenza dei defibrillatori nei luoghi pubblici rappresenta una sicurezza per tutti i Cittadini.

Mentre, la Compagnia della Botte “Mojito DiVino” ha voluto devolvere parte degli incassi al progetto “Ti prendo per mano”, un Progetto nato per restituire dignità alle persone più in difficoltà della nostra Comunità, che grazie al fondo appositamente costituito viene erogato, ai più bisognosi, un contributo in cambio di volontariato attivo a favore della Comunità gattinarese.

«Dal momento che la Festa dell’Uva è andata bene – commentano i rappresentanti dei due sodalizi – abbiamo deciso di fare qualcosa di utile per la nostra comunità».

«Grazie di cuore alla Tabina “La Travà” e ai ragazzi della Botte “Mojito DiVino” che hanno voluto fare queste importanti donazioni – ha dichiarato Daniele Baglione –. Grazie ragazzi! Per questi encomiabili iniziative l’una che consente di portare un primo soccorso, qualora ve ne fosse bisogno, in caso di attacco cardiaco e, l’altra, per finanziare un importante progetto sociale che ogni anno dà un po’ di dignità a decine di persone.

Un sentito ringraziamento, a nome mio e, idealmente, di tutta la collettività, agli amici della Tabina “La Travà” e della Botte “Mojito DiVino” che partecipano sempre attivamente alla vita sociale della nostra città».

Annunci