Golosaria 2019 il Piemonte protagonista con Gamondi e Toccasana

Anche quest’anno dal 26 al 28 ottobre 2019 a Milano si terrà Golosaria, la manifestazione – giunta alla quattordicesima edizione – dedicata alle eccellenze enogastronomiche italiane che chiamerà a raccolta, quest’anno, ben 300 artigiani del gusto, 100 cantine, 20 cucine di strada, e che ospiterà oltre 80 eventi.

La cantina Toso di Cossano Belbo (CN) prenderà parte a Golosaria proponendo due classici del panorama enogastronomico piemontese: il Vermouth di Torino Superiore Gamondi e il celebre amaro Toccasana. 

Casa Toso, infatti, insieme ai suoi maestri vermuttieri, ha riscoperto, seguendo l’antica ricetta originale di Carlo Gamondi – fondatore a fine Ottocento dell’omonima casa produttrice di Vermouth di Acqui Terme – il Vermouth di Torino Superiore, Bianco e Rosso, un’eccellenza che, grazie al suo metodo di produzione complesso, alle modernissime tecniche utilizzate, al rispetto della tradizione e alla passione per il territorio, rappresenta un prodotto di spicco all’interno della produzione della cantina di Cossano Belbo. Ogni passaggio della produzione del Vermouth Gamondi viene effettuato con la medesima cura e passione dimostrata da Carlo Gamondi a fine Ottocento: l’attenzione alla stagionalità e ai tempi di raccolta delle diverse erbe, la precisione nel differenziare i tempi di infusione a seconda delle erbe aromatizzanti utilizzate e l’importanza del periodo di affinamento del prodotto – che dura circa un anno, un periodo di tempo molto lungo rispetto al periodo di maturazione di un normale Vermouth – rendono il Vermouth Superiore di Torino Gamondi un prodotto armonico e autenticamente piemontese, il cui vino base è, naturalmente, il Moscato d’Asti DOCG. Per quanto riguarda l’infusione dell’assenzio torinese – la principale erba aromatizzante – il compito è affidato, invece, al vino Cortese.

A Golosaria, il Vermouth di Torino Superiore Gamondi è protagonista della masterclassVermouth di Torino. La tradizione miscelata” che si terrà lunedì 28 ottobre alle ore 13.00

Il secondo prodotto che la cantina Toso propone al pubblico di Golosaria 2019 è il famoso amaro Toccasana, grazie al quale si riscopre un’altra affascinante figura dell’artigianalità liquoristica piemontese: Teodoro Negro, nato agli inizi del Novecento in provincia di Asti e grande esperto e conoscitore di erbe e spezie. Proprio dalla sua sapienza nasce l’antica ricetta dell’amaro Toccasana, l’originale amaro langarolo a base di 37 erbe, principalmente piemontesi, raccolte in montagna e sulle colline delle Langhe. Una ricetta tuttora gelosamente custodita dalla cantina Toso, cantina in cui il diretto discendente di Teodoro Negro, il nipote Valter Porro, porta avanti la tradizione di famiglia. 

Golosaria presenta una masterclass dedicata a Toccasana: sabato 26 ottobre alle ore 18.00 “Non solo dopopasto. L’amaro nella mixology”.

Sia il Vermouth Superiore di Torino Gamondi, sia l’amaro Toccasana, fanno oggi parte della grande famiglia della cantina Toso, che con la stessa cura, passione e attenzione di un tempo si preoccupa non solo di tutelare queste antiche ricette, ma anche di rilanciare e valorizzare una tradizione autentica, grazie all’esperienza acquisita durante circa un secolo di attività nella produzione di vini, spumanti e vermouth. 

La presenza Toso a Golosaria si completa con la premiazione dei 34 migliori ristoranti che si terrà lunedì 28 ottobre alle ore 11.30.

Annunci