Gattinara. AAA Cercasi educatori professionali

Cercasi educatori professionali per il nuovo centro di accoglienza per minori che aprirà i battenti nella stazione ferroviaria di Gattinara.

La comunità per bambini disagiati entrerà in funzione dal prossimo settembre e sarà gestito dalla cooperativa sociale “I colori del sorriso”, che ha ideato il progetto a quattro mani con l’amministrazione comunale. 

La cooperativa, attualmente, si sta occupando di tutti gli interventi di ristrutturazione dei locali ferroviari che saranno adibiti a casa-famiglia per i bambini disagiati dai 6 ai 12 anni, provenienti da tutta l’Italia.

Sono diversi i lavori edili e d’impiantistica in corso di realizzazione in queste settimane: i bagni, la cucina, le pareti di divisione tra i singoli spazi, l’impianto idraulico e il sistema di riscaldamento.

E ancora… in fase di realizzazione la controsoffittatura che, abbassando a 2 metri e 60 centimetri il soffitto, consente di abbattere così le dispersioni di calore e contemporaneamente azzerare il rimbombo dei suoni. 

Paolo Fanetti, referente de “I colori del sorriso” ha spiegato che la residenza ospiterà i minori che necessitano di alloggio, anche a garanzia della tutela e della valorizzazione del proprio benessere psico-fisico, a grave rischio nei differenti contesti famigliari di provenienza. 

Infatti, all’interno della struttura potranno risiedere fino a dieci minori. Inoltre, sono stati previsti due posti di “ stallo ”, a disposizione dei servizi sociali, per emergenze ed esigenze contingenti, sempre nel delicato settore minorile. La responsabile della struttura è la psicologa dell’età evolutiva dottoressa Cristina Martinengo.

Il bacino territoriale di provenienza dei minori sarà innanzitutto regionale: sarà data precedenza alle istituzioni consortili di socio-assistenza locali e piemontesi ma le porte sono aperte anche alle realtà delle regioni limitrofi, quali Lombardia e Valle d’Aosta ed alle Aziende sanitarie locali di altre regioni, anche nel centro o nel sud Italia, che necessitano di allontanare il minore dal nucleo famigliare di provenienza in un luogo sicuro.

Contemporaneamente ai lavori edili, sono partite anche le ricerche di personale, sono in totale cinque gli educatori professionali che lavoreranno nella struttura.

Il requisito richiesto è la Laurea in Scienze della formazione e la disponibilità a lavorare su turni ed anche in orario notturno,  inoltre è gradita una pregressa esperienza.

Per ulteriori informazioni e per inviare la propria candidatura è a disposizione l’indirizzo e-mail: selezionepersonale.icds@gmail.com

Rispondi