“Lotta alle zanzare: come, chi, quando e perché ”: s’intitola così l’appuntamento di sensibilizzazione organizzato dal Comune con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini nell’adozione di buone pratiche che limitano la proliferazione dei fastidiosi insetti.

Il problema dell’eccesso di zanzare in città è stato preso di petto dall’amministrazione comunale, che ha deciso di correre ai ripari e di aderire al progetto regionale di lotta ai fastidiosi insetti, insieme a altri numerosi Comuni: 10 della provincia, 65 del biellese e tre del torinese.

Accanto ai trattamenti che sono in corso di effettuazione sul territorio, il piano prevede la suddetta serata per fornire le informazioni utili per difendersi dalle zanzare utilizzando strategie efficaci e non nocive per la salute.

L’incontro si terrà mercoledì 18, alle ore 21.00, nella sala conferenze di Villa Paolotti e durante il suo svolgimento i tecnici incaricati di coordinare il progetto regionale di lotta alle zanzare, informeranno i cittadini sulle iniziative in atto.

In questi mesi sono già stati effettuati trattamenti larvicidi nelle caditoie stradali, nei tombini ed in molti altri ambienti potenzialmente ottimali per la proliferazione di tali insetti.

Per abbassare le infestazioni da zanzare comuni i cittadini sono invitati a eliminare tutti i luoghi dove la zanzara possa deporre le uova, ovvero contenitori con acqua ristagnante in giardino, nell’orto, sul balcone o in terrazzo, perché possono diventare incubatori per le uova e quindi favorire lo sviluppo delle larve.

Durante la serata, si parlerà di queste e di altre buone pratiche di prevenzione dello sviluppo dei fastidiosi insetti in ambito domestico e dell’importanza della collaborazione da parte di tutta la popolazione per contrastare il fenomeno della loro massiccia diffusione.

Inoltre, l’incontro sarà accompagnato dalla proiezione di filmati e immagini a tema e lascerà ampio spazio alle domande dei partecipanti.

Il sindaco Daniele Baglione ha spiegato:

il Comune di Gattinara ha aderito a questo importante progetto per cercare di arginare, per quanto possibile, questa problematica.

Tuttavia per la buona riuscita della campagna antizanzare facciamo appello alla collaborazione di tutti riducendo i contenitori di accumulo e ristagno d’acqua, che sono i responsabili dei principali focolai di zanzare presenti in ambito privato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here