Le note in rosa al Teatro Rosmini di Borgomanero

Silvia Fusè, cantante

Le note in rosa contro il cancro: gli Hurricanes e Claudia per l’Etiopia onlus insieme per la prevenzione

Borgomanero. Unire passione, amicizia e lavoro si può. È quanto accadrà agli Hurricanes che venerdì 28 febbraio, alle ore 21, saranno in concerto nel teatro Rosmini di Borgomanero per presentare l’evento Le note in rosa realizzato con la collaborazione di Claudia per l’Etiopia onlus ed in partnership con il Centro medico radiologico di Borgomanero che darà la possibilità a cinquanta donne di effettuare gratuitamente in loco degli esami preventivi per la lotta contro i tumori al seno.

Abbiamo incontrato Fabrizio Pomoni, CEO del CMR di Borgomanero nonché batterista degli Hurricanes: «il nostro è un gruppo di amici unito dalla passione per la musica – dice Pomoni – che negli anni ha riscosso un discreto successo interpretando brani italiani ed inglesi degli anni ‘80». Avremo il piacere di ascoltare un mix esplosivo di musicisti amatoriali assieme ad esperti che hanno collaborato con alcune delle voci più note della canzone italiana come Ron, Umberto Tozzi, Mario Biondi, Mogol e Gatto Panceri. La band è composta dalle voci di Silvia Fusè, Paolo Airoldi, Giulio Leone, Michela Pozzato e Lorenzo Mombelli; dal sassofono di Stefano de Palma; dalle chitarre di Riccardo Roattino e Stefano Fonio; nonché dal basso di Antonio Lupi oltre che dalla tastiera di Mauro Masini (Direttore Artistico e Presidente di Claudia per l’Etiopia onlus) e ovviamente dall’immancabile Fabrizio Pomoni il quale sarà alla batteria. Il coro sarà diretto invece dal maestro Remigio Lacava.

«L’evento cadrà di proposito il 28 febbraio, ovvero una settimana prima della Festa della donna – ci spiega il batterista – Le note in rosa vogliono essere l’apertura del mese dedicato alla prevenzione ed alla lotta dei tumori al seno». Il carcinoma mammario è infatti il tumore più frequente nella popolazione di sesso femminile e continua ad essere una malattia potenzialmente grave se non è individuata e curata per tempo. Fortunatamente, negli ultimi anni la ricerca ha compiuto passi da gigante e come sostiene l’AIRC, Associazione italiana ricerca sul cancro, una mammografia effettuata una volta all’anno nelle donne dai quarant’anni in sù, può salvare la vita. Oltre alla mammografia, l’ecografia è un altro sistema preventivo utilizzato per lo più sulle pazienti più giovani. Entrambi i servizi e molti altri sono disponibili presso il Centro medico radiologico di Borgomanero che dal 28 febbraio, grazie all’aiuto del pubblico del teatro Rosmini, metterà a disposizione le proprie sofisticate attrezzature al fine di garantire la prevenzione a chi altrimenti non potrebbe permetterselo.

«L’obiettivo non è solo quello di suonare dal vivo davanti ad una platea di cinquecento persone ma– continua Pomoni – è far diventare Le note in rosa un incontro annuale». Dedichiamo una giornata di pura solidarietà per permettere a tutte le donne di prevenire la malattia e batterla sul tempo.

Per info e prenotazioni: 375-5347509 / ciaotiket.it / biglietteria Teatro Rosmini

Vito Nardulli

Fabrizio Pomoni, batterista
Paolo Airoldi, cantante