Gattinara. Sensori nei vigneti e attivazione della piattaforma Ixem wine

Gattinara. Sensori nei vigneti per monitorarne lo stato di umidità, la temperatura e molto altro.

La tecnologia si pone al servizio della viticoltura grazie alla piattaforma gratuita “Ixem wine” del Politecnico di Torino, nell’ambito del suo Ixem lab diretto dal professore Daniele Trinchero.

Quest’ultimo, nei giorni scorsi, coadiuvato dai suoi ricercatori, ha installato nel vigneto sperimentale della Torre delle Castelle i sensori che andranno a raccogliere tutte le informazioni utili relative ai vigneti gattinaresi.

La nuova piattaforma organizza i dati così raccolti dai dispositivi di rilevazione collocati nelle vigne, su tutto il territorio italiano: la bagnatura fogliare, l’umidità del terreno, la temperatura, umidità dell’aria e anche il pluviometro, sono pubblicati e resi accessibili a tutti coloro che ne entrino a far parte attraverso la registrazione all’indirizzo “ixem.wine”.

Lo strumento sarà utile agli addetti ai lavori nel mondo vitivinicolo e la sua funzione avrà da subito una resa pratica, visto l’imminente periodo della vendemmia e le settimane cruciali, per la corretta maturazione delle uve, che la precedono.

A proposito della piattaforma, il sindaco Daniele Baglione ha spiegato:

Gattinara con questo progetto entra a far parte di una piattaforma a livello nazionale dove sono presenti i migliori vigneti.

La collaborazione con il Politecnico di Torino, attraverso il professore Daniele Trinchero è per noi molto importante perché ci collochiamo tra i primi Comuni a livello nazionale ad aver attivato un sistema di controllo sensoriale sui nostri vigneti.

Tale sistema, proprio perché aperto, consentirà di effettuare analisi, ricerche e comparazioni in tempo reale e, soprattutto, è uno strumento a disposizione dei nostri viticoltori per avere informazioni utili e specifiche.

Oltretutto il sistema è implementabile su singoli vigneti, andando quindi a calibrare perfettamente le informazioni per ottenere un prodotto ancor più d’eccellenza .

Rispondi