Milano: sciacalli del coronavirus, finte raccolte fondi per aiutare i reparti ospedalieri

CODACONS: “LE RACCOLTE FONDI VANNO GESTITE UNICAMENTE DA PROTEZIONE CIVILE. PRESENTA ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA”
 
Cronaca Milano: i furbetti non si fermano nemmeno davanti al momento drammatico che la popolazione sta vivendo, anzi cercano di sfruttarlo a loro favore. Infatti, nelle situazioni di emergenza e con la scusa di fronteggiare l’emergenza Covid-19, gli sciacalli vanno a nozze e a farne le spese sono come sempre le persone più ingenue.
L’allarme è arrivato all’azienda regionale emergenza urgenza, che a sua volta aveva ricevuto una segnalazione di persone che raccoglievano fondi in piazzale Damiano Chiesa per l’acquisto di un’ambulanza.
I carabinieri hanno trovato i tre malfattori, due donne e un uomo, che si allontanavano a bordo di un’ambulanza.
Dalle indagini è emerso che i tre fanno parte di un’associazione che ha sede in città, ma non è mai stata ufficialmente riconosciuta come associazione di soccorso.
I tre sono accusati di truffa e inosservanza dei provvedimenti delle autorità.
Il Presidente del Codacons Marco Donzelli raccomanda massima allerta e invita a non raccogliere strane richieste di fondi. Inoltre, ritiene necessario vigilare su le tante iniziative di solidarietà avviate negli ultimi giorni in Italia, finalizzate a raccogliere fondi da destinare agli ospedali italiani.
Il Codacons presenta esposto alla Procura della Repubblica al fine di individuare e punire i responsabili di questi terribili gesti.
 

Annunci