PIEMONTE FACTORY 2021: Film Lab Contest Under 30

1 contest – 8 troupe – 8 province – 8 film

Selezionate le troupe, i tutor e le location: il progetto entra nella seconda fase e si è pronti a girare.

Sono 58 le troupe che da tutte le provincie del Piemonte hanno risposto alla call della prima edizione di Piemonte Factory Film LabContest destinato a giovani under 30 che stanno intraprendendo la strada del filmmaking, organizzato dall’Associazione Piemonte
Movie.


Tra i cortometraggi iscritti il direttore artistico, il regista Daniele Gaglianone, ne ha
selezionati 8 che entrano così a far parte del progetto e i cui autori si apprestano a girare
altrettanti cortometraggi in tutti i capoluoghi della regione: grazie alla collaborazione di realtà del territorio, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbania e Vercelli
diventeranno “residenze artistiche” per i giovani registi.


«Anche quest’anno ho cercato di fare una selezione che fosse il più possibile esaustiva di un panorama, cercando di tener conto di diversi generi e approcci. – afferma Daniele
Gaglianone – Il fatto che da quest’anno il contest si sia allargato a tutto il Piemonte è stata una cosa positiva e sono arrivati molti più lavori e di conseguenza molti più “punti di vista artistici”. Nei progetti selezionati ho colto una maturità narrativa e tecnica e spero restituiscano questo allargamento di orizzonte»

Oltre alle opere realizzate nei capoluoghi di provincia, verrà realizzato un 9° cortometraggio in Val di Susa, un documentario sull’analisi ambientale della TAV sullo sfondo dello scontro ormai trentennale sull’opera transfrontaliera Torino-Lione.
“La scelta di aggiungere un +1 agli 8 lavori selezionati è dettata dalla volontà di valorizzare il settore documentaristico, da sempre al centro delle attività di Piemonte Movie. – dichiara
Alessandro Gaido, curatore di Piemonte Factory – Non è detto che si verifichi in tutte le
edizioni questa opportunità. È chiaro però che, a differenza della fiction, difficilmente un
documentario può essere adattato a location diverse da quelle pensate dal suo autore. Questo fattore comporta quindi una selezione aggiuntiva, che si discosti dall’obbligo del bando di ambientare le riprese in uno degli 8 capoluoghi del Piemonte”.

Piemonte Factory vuole valorizzare autori emergenti e giovani maestranze della settima arte regionale e stimolare nuove relazioni e sinergie tra generazioni di creativi. I selezionati stanno per iniziare il percorso che le vedrà sviluppare i propri progetti fianco a fianco con tutor, scelti ad hoc sulle potenzialità ed esigenze dei finalisti, che aiuteranno i giovani partecipanti a dare corpo alle loro idee e a trasformarle in 8 film brevi di 10’.
I team scelti dal direttore artistico Daniele Gaglianone sono Anita Luz Berman; Giulio
Maria Cavallini; Asiyat Gamzatova; Elisa Lacicerchia; Flavio Mastrillo; Leonardo
Signoretti; Nicola Winkler, Amir Shadman e Giorgia Rosso; Matteo Tarditi; Samuele
Zucchet e Lorenzo Radin.


Il loro percorso sfocerà nella presentazione dei corti realizzati in una sezione dedicata
all’interno del 39° Torino Film Festival a novembre 2021 e con la premiazione del vincitore del Premio Piemonte Factory Miglior Cortometraggio (€2.500), scelto da una giuria di professionisti del settore.
Nei mesi a seguire, i film brevi realizzati faranno un tour nelle residenze cinematografiche che hanno ospitato le troupe per assegnare il Premio del pubblico (€500) e nei comuni che fanno parte della rete di Presìdi Cinematografici di Piemonte Movie.

LE LOCATION, I SELEZIONATI E I TUTOR
ALESSANDRIA: regista Matteo Tarditi – tutor in Stefano Ruggeri (Produttore/aiuto regia)
Nato a Broni (Pv), classe 1994, Matteo Tarditi vive a Torino dove lavora come sceneggiatore e regista. Si è candidato con 100 stile libero, corto di fiction con al centro le vicende del giovane Michael e dell’ambizioso allenatore Firelli.


ASTI: regista Asiyat Gamzatova – tutor Zelia Zbogar (Sceneggiatrice)
Nata in Russia, classe 1992. Asiyat Gamzatova è una regista e visual communication
designer italiana di origine russa, che lavora e vive fra Berlino e il Monferrato. Si è candidata con Fiume, corto di fiction sulla riscoperta delle radici e sulla guarigione delle ferite dell’anima.


BIELLA: regista Elisa Lacicerchia – tutor Rodolfo Mongitore (Sound artist)
Di Moncalieri classe 1999, Elisa Lacicerchia è laureanda in Scienze della Comunicazione
presso Unito con una tesi sul cinema e giustizia sociale. Si è candidata con un corto dal titolo Una finestra che respira la città, progetto coreografico volto ad esplorare il legame tra espressione artistica e spazio urbano attraverso la videodanza.


CUNEO: regista Giulio Maria Cavallini – tutor Valentina Ferroni (Scenografa)
Di Torino, classe 1993. Giulio Maria Cavallini è regista e interprete di vari cortometraggi tra i quali Il sognatore (2011) grazie al quale ha vinto il Premio della Giuria al Sotto18 Film Festival e Conseguenze (2017) premiato come Miglior Thriller ai Los Angeles Film Awards. Nel 2020 è DOP e montatore del film Blackbird di Michele Di Mauro. Si è candidato con Ratavoloira corto di fiction tra azione, thriller e commedia in cui un uomo mascherato “Ratavoloira” dovrà fermare il diabolico “Lo squalo” che crea panico in città.
NOVARA: regista Anita Luz Berman – tutor Maurizio Fedele (Produttore) Di Torino, classe 1998. Anita Luz Berman è appassionata di cinema, fotografia e cultura post Industriale. Si è candidata con Nella Merda – Storie dai ragazzi dei palazzi, corto di fiction nato con l’intenzione di riprendere il concetto di neorealismo italiano degli spazi urbani proletari;
descrivendo la vita quotidiana di due bambini in un quartiere industriale abbandonato.

TORINO: registi Samuele Zucchet e Lorenzo Radin – tutor Vito Martinelli (Fonico/Sound
Editing) Samuele Zucchet di Motta di Livenza (Tv), classe 1998. Nato e cresciuto a Concordia Sagittaria, in Veneto si è trasferito a Torino per studiare al DAMS laureandosi con una tesi sperimentale realizzata con il collega e amico Lorenzo Radin, di Venaria Reale, classe 1997.
Si sono candidati con Estate in Città, corto di fiction con protagonisti due ragazzi cresciuti
insieme nella periferia torinese che dovranno confrontarsi con la vita che cambia e trovare nuovi motivi per andare avanti.
VERBANIA: registi Nicola Winkler, Amir Shadman e Giorgia Rosso – tutor Andrea Pierri
(Montatore) Nicola Winkler, di Moncalieri, classe 1997. Laureato del DAMS con alle spalle progetti audiovisivi che spaziano dal videomusicale al documentario istituzionale.
Amir Shadman di Torino, nato a Teheran, classe 1988. Ha lavorato in Iran come peratore di emissione video nel canale televisivo iraniano in lingua spagnola, HISPANTV ed è regista e sceneggiatore di cortometraggi e video.


Giorgia Rosso, nata ad Alba (Cn), viene da una formazione nella danza dalla classica all’hip pop, grazie alla sua esperienza anche come insegnante lavorerà in team dedicandosi alla sceneggiatura e alla coreografia. Si sono candidati con Pachamama, corto di videoarte. Pachamama, che in lingua quechua significa “Madre Terra”, mette in scena un rito che collega idealmente le valli piemontesi con le Ande peruviane. La natura nelle sue mille sfaccettature sgretola i confini di spazio e di tempo.
VERCELLI: regista Flavio Mastrillo – tutor Emanuele Policante (Sceneggiatore/Regista)
Di Torino, classe 1994. Flavio Mastrillo è fumettista, regista e musicista e ha fondato nel 2014 la “Deformazione Professionale”, una compagnia cinematografica indipendente che crea corti e lungometraggi puntando a generi, estetiche e tematiche innovative. Si è candidato con I Parchi, corto di fiction Sci-Fi girato in bianco e nero, in cui il lavoro di tre uomini consiste nel prevedere, sancire e registrare la morte degli abitanti.

VAL SUSA, Torino: regista Leonardo Signoretti – tutor Marco Duretti (Montatore)
Di Roma, classe 1993. Antropologo e documentarista, ha studiato tra Roma e Londra. Lavora come assistente di produzione e collabora con un’associazione culturale che tutela le sale cinematografiche. Si è candidato con Green Tag, documentario naturalistico e d’inchiesta sull’impatto ambientale dell’opera transfrontaliera Torino-Lione che vede la partecipazione del meteorologo, climatologo e divulgatore scientifico Luca Mercalli.
PIEMONTE FACTORY è un progetto a cura di Associazione Piemonte Movie; promosso da
Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema – Torino Film Festival, AGIS, ANEC; in collaborazione con Città di Torino, Città di Alessandria, Città di Asti, Città di Biella, Città di Cuneo, Città di Novara, Città di Verbania, Città di Vercelli.
INFORMAZIONI
www.piemontemovie.com – piemontefactory@piemontemovie.com

UFFICIO STAMPA ufficiostampa@piemontemovie.com
Mariapaola Gillio 347.6984425

PIEMONTE FACTORY
A cura di
Associazione Piemonte Movie
Enti promotori

Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema – Torino Film
Festival, AGIS – ANEC
Partner istituzionali
Città di Torino, Città di Alessandria, Città di Asti, Città di Biella, Città di Cuneo, Comune di Novara,
Città di Verbania, Città di Vercelli
Comitato scientifico
Paolo Manera (Film Commission Torino Piemonte), Domenico De Gaetano (Museo Nazionale del
Cinema)
Direzione generale
Alessandro Gaido
Direzione artistica
Daniele Gaglianone
Vicedirezione artistica
Elena Beatrice e Daniele Lince
Segreteria organizzativa e di produzione
Roberta Pozza, Chiara Pellegrini
Segreteria amministrativa
Alessandra Cavone
Comunicazione
Federica Zancato, Ottavia Isaia
Ufficio scuole
Serena Anastasi
Ufficio stampa
Mariapaola Gillio
Progetto grafico
Federica Zancato