Romagnano Sesia, proseguono le attività di cantiere per il ponte mobile

Rispetto alle notizie diffuse sullo stop del cantiere per la posa del ponte provvisorio sul Sesia a Romagnano, a seguito del rinvenimento di tracce di ferrite, il consigliere delegato alla Viabilità della Provincia di Novara Marzia Vicenzi precisa che <<non c’è stato nessun arresto delle attività di cantiere da parte di Anas: i lavori – spiega il consigliere – stanno proseguendo contemporaneamente ad alcuni accertamenti che fanno parte della già avviata bonifica del terreno e le tempistiche saranno rispettate. La presenza di ferrite, tra l’altro, non è necessariamente riconducibile alla presenza di ordigni bellici, dal momento che essa può naturalmente essere presente nel materiale proprio dell’alveo>>.

Anas, dal canto suo, fa sapere che <<la presenza dell’elemento ferromagnetico interferisce con la strumentazione in uso al personale tecnico durante lo svolgimento delle operazioni di bonifica e rende necessario adottare una metodologia d’intervento diversa che prevede l’esecuzione delle ispezioni tramite modalità non ordinarie. È stato, perciò, necessario proporre all’Autorità militare una variante alle metodologie previste per lo svolgimento della bonifica bellica, prima di poter procedere con le attività stesse>>.