5 milioni di euro per 5 progetti nel Novarese

La cifra è stata messa a disposizione da “Fondazione Cariplo” valorizzando le iniziative di alto valore per il territorio

NOVARA – Vengono chiamati progetti “Emblematici Maggiori”, in grado cioè di generare un positivo ed elevato impatto sulla promozione dello sviluppo culturale, scientifico, ambientale, educativo, economico e sociale del territorio. Si tratta di cinque iniziative selezione da Fondazione Cariplo a cui sono stati destinati 5 milioni di euro complessivi, interventi caratterizzati da un alto grado di complessità organizzativa, strutturale ed economica affrontando problemi specifici di un territorio e sperimentando politiche innovative.
Progetti che quindi mirano ad un cambiamento delle condizioni di vita delle persone attraverso un processo che viene gestito congiuntamente da soggetti pubblici e privati.

I progetti selezionati

  • Associazione per l’Autismo Enrico Micheli onlus per il progetto “Spazi e tempi di comunità”: contributo di 1.400.000 euro.
    Il progetto intende potenziare e diversificare l’offerta dei servizi residenziali e semiresidenziali a favore delle persone con disabilità (con particolare attenzione allo spettro dell’autismo) rendendo i modelli di intervento più funzionali all’evoluzione dei bisogni delle persone disabili e consolidando l’attività dello sportello per la disabilità della città di Novara.
  • Comune di Novara per il progetto “Costellazioni urbane. Città, spazi, quartieri, lavoro”: contributo di 900.000 euro.
    L’iniziativa, presentata dal Comune insieme a 6 partner, propone una strategia di intervento promossa da numerose realtà locali. La messa a sistema di tali energie può innescare un impatto duraturo sulla città, attraverso un progetto che integra nuove opportunità di lavoro, percorsi di formazione e occasioni per la promozione della cittadinanza attiva in contesti di prossimità e nei quartieri periferici.
  • Diocesi di Novara per il progetto “Accademia Gaudenziana”: contributo di 900.000 euro.
    Nasce per recuperare il prestigioso immobile dell’Antico Seminario di via Dominioni a Novara per costituire l’Accademia Gaudenziana, nuovo polo culturale di eccellenza per il territorio che attirerà studiosi da tutta la regione. L’immobile, sito accanto al complesso del Duomo e del Vescovado, è adiacente al quadriportico del Duomo che ospita il Museo Diocesano, cosa che consentirà un collegamento tra Museo-Archivio-Biblioteca.
  • Comune di Arona per il progetto “Recupero area Ex Macello pubblico per la realizzazione del Museo di Arte Contemporanea”: contributo di 900.000 euro.
    Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo polo museale recuperando un edificio dismesso, struttura con area all’aperto in centro città. Negli spazi troverà collocazione la collezione artistica oggetto di donazione da parte dalla famiglia Usellini-Sansone, che si compone di oltre 300 opere del ‘900 (tra cui Afro, Ajmone, Baj, Bonalumi, Sassu, Savelli, Tamburi) per un valore di circa 1 milione di euro.

  • Comune di Sizzano per il progetto “Centro socio culturale Vittoria e Guido Ponti”: contributo di 900.000 euro.
    L’obiettivo è la realizzazione di uno spazio aggregativo e di racconto del contesto territoriale delle Colline Novaresi: il centro avrà valenza strategica per quel che riguarda la promozione culturale, sociale ed economica delle colline e ospiterà le associazioni locali, un auditorium, cluster class per ragazzi, sale espositive, punti ristoro con prodotti locali, un deposito dei reperti provenienti dagli scavi della “Domus Culta” e un laboratorio di restauro.